Vanno via definitivamente i 35 profughi tornati da Poggiorsini

Alla fine i 30/35 profughi che erano tornati da Poggiorsini dopo il trasloco da Gioia dell’altro giorno, se ne sono andati definitivamente.

Dopo aver trascorso la notte a Gioia in condizioni di fortuna, fino a ieri pomeriggio erano stati visti nei pressi del piazzale della stazione come solitamente facevano in tutto il periodo in cui hanno soggiornato nella nostra città. Poi hanno deciso di tornare nella struttura di Poggiorsini dove, per disposizione della Prefettura, è previsto che rimangano.

Erano stati trasportati con i pullman a Modugno e Poggiorsini il 31 agosto dopo che era scaduta la convenzione con la struttura di Gioia.

Alcuni di loro dicono di essere andati via perché le condizioni erano peggiorative rispetto a Gioia. A Poggiorsini la struttura è in campagna, il segnale del cellulare è debole, ed alcuni dicono di essere in troppi in una stanza.

Fatto sta che ad eccezione di qualcuno che ha deciso di non tornare, la maggior parte di loro seppur a malincuore si è convinta di tornare a Poggiorsini.

Con lo stato di rifugiati e richiedenti asilo politico, questi migranti sono liberi di circolare nel territorio italiano senza alcuna limitazione della libertà.

Tuttavia nel caso in cui non accettino di soggiornare a spese del Governo Italiano in una struttura convenzionata che gli assicura vitto, alloggio ed una piccolissima diaria giornaliera, cessano di avere lo status di rifugiati e quindi per la legge possono diventare clandestini.

 

 

About Massimo L'Abbate 1139 Articoli
Direttore Responsabile

Commenta per primo

Lascia un commento