Tre consiglieri comunali chiedono di intervenire sulla viabilità cittadina

I consiglieri comunali Donato Paradiso, Milena Pavone e Rosario Milano scrivono al Sindaco Mastrangelo e all’assessore all’Urbanistica Valentini per conoscere le intenzioni dell’attuale amministrazione di Gioia del Colle sulla possibilità di adottare il Piano Traffico già esistente o se intende predisporre un nuovo piano di mobilità che possa portare alla risoluzione delle diverse criticità.



I problemi sarebbero legati agli ingorghi sempre più frequenti e l’aumento di incidenti nelle zone urbane a cui si aggiungono la pericolosità legata all’uso delle biciclette e la sicurezza dei pedoni.

I Consiglieri ricordano che il Comune adottò un Piano Traffico Urbano nel 2002 che fu aggiornato nel 2011 e che se attuato porterebbe un miglioramento complessivo delle aree non solo carrabili, ma anche pedonali.

Ma nelle more dell’attuazione del piano che è uno strumento di medio-lungo termine, i consiglieri di opposizione chiedono nella loro interpellanza per la quale invitano il Sindaco a rispondere nel prossimo consiglio comunale, di intervenire per potenziare la segnaletica verticale e orizzontale, svuotare il centro storico delle auto che a volte impediscono anche l’accesso alle strade, tenuto conto della presenza di stalli di sosta dedicati ai residenti della zona; migliorare il trasporto urbano pubblico, riorganizzare e potenziare le zone a parcheggio orario e intervenire sul ponte di via Giovanni XXIII.

“I finanziamenti regionali persi per il Piano Urbano di mobilità sostenibile (€ 35.000,00),  costringeranno il Comune  a finanziare tali progetti con propri fondi da inserire nel Bilancio Comunale”, scrivono, proponendo di inserire delle cifre nella manovra comunale del 2020 per lavorare sulla viabilità.