Il Sindaco Lucilla ritira le dimissioni: la maggioranza c’è

Il Sindaco di Gioia del Colle, Donato Lucilla, questa sera ha ritirato le dimissioni presentate lo scorso 27 ottobre, dopo che due membri della maggioranza Giuseppe Zileni e Alessandro DeRosa si sono costituiti in Gruppo Misto.

“Nessuno di noi è disposto a galleggiare – si legge nella lettera indirizzata al Presidente del Consiglio e letta in conferenza stampa – , motivo per il quale, a fronte della costituzione del Gruppo misto ad opera di due consiglieri di maggioranza, il 27 ottobre ho rimesso nelle mani di questa maggioranza il mio mandato elettorale, le speranze della nostra Città”.

Dopo il documento sottoscritto la scorsa settimana dai Consiglieri comunali rimasti, col quale hanno rinnovato piena fiducia al Sindaco e al suo operato, Lucilla ha ritenuto di avere i numeri della maggioranza e di poter continuare il suo programma.

“Con immutato senso di responsabilità – scrive Lucilla – e di rispetto del ruolo e dell’incarico, pertanto, ritiro le mie dimissioni, nella consapevolezza che solo uniti potremo rendere Gioia del Colle una città strategica al centro della Puglia.

Non nascondo, tuttavia, che il percorso che ci attende sarà ancora più difficile, non solo per le difficoltà che giorno dopo giorno stanno emergendo, ma soprattutto perché dovremo fronteggiarle con u gruppo più ristretto”.

I Capigruppo di Sep, Mimmo Castellaneta, e Prodigio, Vito Capodiferro, le due forze politiche che compongono l’attuale maggioranza, nel corso della conferenza stampa hanno sottolineato che non avendo interesse alle poltrone, non è necessario provvedere per ora ad un rivisitazione della Giunta, anche perché “gli Assessori – ha precisato il Sindaco – sono stati scelti ancora prima del risultato elettorale”.

Si chiude così una crisi istituzionale che promette di tenere banco comunque nei prossimi Consigli comunali, quando ci si dovrà confrontare con gli altri Consiglieri e si vedrà “nei fatti se DeRosa e Zileni – ha detto Castellaneta– hanno davvero voglia di dare fiducia a queste maggioranza”.