Rifiuti: da settembre distribuzione dei kit e via alle campagne di informazione

È trascorsa una settimana dalla nuova gestione del servizio di raccolta dei rifiuti e pulizia delle strade a Gioia del Colle ad opera di Navita, subentrata alla Spes.

Per i primi tre mesi non ci saranno cambiamenti nelle abitudini dei gioiesi, perché si continuerà con il ritiro stradale dai cassonetti.

Le novità che i cittadini vedranno saranno fondamentalmente due. La prima ascrivibile ai mezzi che circoleranno per la città per la raccolta dei rifiuti. La seconda relativa all’avvio del programma di lavaggio delle strade da parte degli operatori della Navita – spiega Francesco Roca, presidente Navita srl – . La nostra rivoluzione verde andrà di pari passo con la formazione e l’informazione dei cittadini che saranno guidati passo passo in questo cambiamento”.

L’eliminazione dei cassonetti dalle strade e la loro sostituzione con i mastelli per il porta a porta avverrà in modo contestuale al cambio del tipo di servizio erogato, a novembre, dopo una fase preparatoria. Ed è proprio la fase di preparazione quella su cui si concentreranno le attenzioni dell’amministrazione comunale e dell’azienda in questa fase transitoria.

Dopo il passaggio dei contratti di tutti i dipendenti da Spes a Navita, in questo periodo di transizione si inizierà la fase di riorganizzazione del lavoro e di formazione degli operatori per la raccolta porta a porta.

Con la riapertura delle scuole inizieranno le campagne di comunicazione e la distribuzione dei kit, i mastelli in cui dividere i rifiuti, per le utenze domestiche e non, il calendario dei conferimenti, la suddivisione in zone della città e il dizionario dei rifiuti che spiegherà ai cittadini come differenziare i rifiuti che producono.