Riapre il Ueffilo, per dieci anni jazz club di livello internazionale

Riapre il Uéffilo delle migliori aspettative. Quel jazz club che nel primo decennio di attività aveva portato Gioia del Colle alla ribalta internazionale con le esibizioni dei migliori musicisti e cantanti del “blues in abito da sera”.  

Dopo l’ottava rassegna organizzata da Marco Losavio e Alceste Ayroldi, nel dicembre 2012 si concludeva la gestione virtuosa e altisonante dell’underground più famoso del meridione.

Dopo tre anni il Ueffilo si riaffaccia nel panorama enogastronomico e musicale con Filippo Maria Cazzolla che ora si aggiunge ai due esperti di Jazzitalia.it nella direzione artistica del locale contando sulla cucina diretta dallo chef Fabio Caffio e sulla gestione amministrativa della famiglia Dioguardi.

All’inaugurazione di mercoledì scorso, 30 dicembre 2015, il Ueffilo accoglieva i tanti appassionati di jazz arrivati dalle provincie limitrofe con una grande cornice all’ingresso in Via Paolo Losito 21 a simboleggiare la storia che il posto si è guadagnato nel tempo, ma anche un quadro da completare; con una clique di artisti cominciata ieri con la Guido Di Leone Pocket Orchestra e che continuerà il 10 gennaio con il Craig Hartley Trio.

Il cartellone di primavera prevede l’esibizione del contrabbassista svedese Lars Danielsson con la vocalist danese Caecile Norby. Matteo Bortone con i Travelers sarà in scena il 24 aprile, e il pianista Andrea Manzoni suonerà con il soprano armeno Rosy Anoush Svezliana l’8 maggio.

Il 14 maggio sarà la volta del trio guidato dal chitarrista Ulf Wakenius, storico partner del genio del timing jazz  Oscar Peterson. 
Un giorno della settimana sarà dedicato ai musicisti e gruppi del territorio che suonano anche altri generi musicali, con particolare attenzione agli autori di nuovi brani. 

About Massimo L'Abbate 1139 Articoli
Direttore Responsabile