Restaurato il portale della Chiesa di Sant’Angelo

Il portale della Chiesa di Sant’Angelo di Gioia del Colle torna a splendere, con l’ultimazione del restauro che ha portato alla luce l’essenza del legno usato.

La Chiesa di Sant’Angelo è una delle chiese più  antiche della  nostra cittadina ed è ubicata nel centro storico  in piazza Livia. L’opera è  stata affidata alle  mani esperte del restauratore Giovanni Larizza che, con relazione scritta, fornita al Consiglio Direttivo della Confraternita San Filippo Neri, ha illustrato le varie fasi di intervento.




“La somministrazione di un test specifico, da lui effettuato,  – precisa la Confraternita – ha prodotto che, il portale è composto di legno di abete datato. L’ultimo restauro risale all’anno 1992. Durante il restauro si è  reso necessario procedere alla rimozione dello stucco a base di gesso bianco usato nei pregressi restauri, e al ripristino di tasselli in legno della stessa essenza. L’utilizzo di flatting finale (satinato) ad elevata resistenza, ha completato l’opera”.

Fonti storiche, fornite dai concittadini, professor Franco Giannini e dall’insegnante Giuseppe Montanarelli informano su quanto segue:

“Dalla sua fondazione, la chiesa di Sant’ Angelo ha cambiato sette portali principali – racconta la Confraternita – , il primo dei quali  fu creato dal fondatore della Chiesa (anno 1170), l’abate Arivie, che lo volle in legno d’ulivo proveniente da Gerusalemme. Lo stesso progettò un portale rettangolare con due ante, in cui, nella parte esterna erano presenti 28 formelle quadrate internamente e rettangolari esternamente, con 28 borchie metalliche decorative a basso rilievo. Il numero  28 era dato dalla moltiplicazione del numero 7, simbolo dei doni dello Spirito Santo, per il numero 4, simbolo dei  4 Evangelisti e delle Quattro Tempore.
L’ultimo portale fu fatto realizzare da Monsignor Giove, in occasione del patrocinio di San Filippo Neri e fu decorato con una vernice verde, tinta sacra del tempo Liturgico Ordinario.

(per saperne di più https://www.gioiadelcolle.info/la-chiesa-di-santangelo/)

Con l’ultimo restauro è  stata rimossa la vernice di colore verde ed è  stata portata alla luce la colorazione tipica del legno d’ulivo con cui il portale era stato realizzato. Molti benefattori  hanno contribuito con le loro offerte, alla realizzazione dell’opera e a loro va il grazie di tutta la Confraternita.

A quanti vorranno apprezzare la bellezza dell’opera, si fa presente che il giorno di Natale, durante la messa delle 7.00, nel rispetto  delle norme per il contenimento della pandemia da Covid-19, si procederà  alla solenne benedizione. La Confraternita,inoltre, coglie l’occasione per rivolgere all’intera cittadinanza, gli auguri di serene festività.