Regionali 2020/ Nico Casamassima: “Continuerò a lavorare con passione, coerenza ed impegno”

L’ultimo candidato in ordine temporale ad essere ufficializzato a Gioia del Colle, è stato Nico Casamassima di Fratelli d’Italia, già capogruppo in Consiglio comunale

La tua candidatura è arrivata in extremis, quando si mormorava che FdI dovesse puntare su un altro nome. Come mai?

Individuare una candidatura, soprattutto in una competizione elettorale così importante come le Regionali, non è cosa semplice. È chiaro che sul piatto si debbano prospettare diverse soluzioni, sulle quali è necessario avviare un’attenta riflessione e fare delle valutazioni ben precise. Questo è esattamente quello che è avvenuto nel nostro partito. La mia candidatura rappresenta la sintesi perfetta di un ragionamento che ha portato ad una scelta unanime. 

La tua può essere definita una candidatura di centrodestra e della maggioranza di Mastrangelo, Lega esclusa, oppure è limitata solo al tuo partito?

La mia candidatura è stata ipotizzata, valutata ed espressa dal circolo cittadino di Fratelli d’Italia, quindi io sono il candidato di Fratelli d’Italia. Un partito abituato a stare tra la gente, ad ascoltare le istanze e i problemi dei cittadini, a lavorare sul territorio. Questo modo di fare politica e di agire, che dà priorità al confronto e all’ascolto, ci porta anche in questa campagna elettorale a rivolgere l’attenzione verso l’intero elettorato di centrodestra e di quella parte delusa dalla sinistra e dai 5 stelle, mi sembra sia una conseguenza abbastanza naturale.

Sei stato presentato ieri come “il candidato delle sorprese”, puntate ad un risultato importante nonostante il poco tempo a disposizione?

In tutte le competizioni, di qualsiasi tipo, c’è chi è favorito e chi deve lavorare e correre di più per raggiungere un risultato positivo.  Noi siamo abituati a mettere in campo grande dedizione e massimo impegno, in ogni attività, in ogni sfida e quindi vogliamo, a fine partita, raccogliere il miglior risultato possibile. Nel momento in cui ho accettato questa candidatura, mi sono assunto la responsabilità di rappresentare al meglio il partito in questa avvincente competizione elettorale, non so se sarò quella sorpresa che qualcuno si aspetta, ma di sicuro il mio risultato rappresenterà un contributo forte alla coalizione di centrodestra.  

Su cosa punterai per convincere il territorio a votarti?

La nostra Regione, dopo tanti anni di malgoverno della sinistra, ha la necessità di cambiare pagina. Non possiamo più permetterci di restare così indietro rispetto agli altri sui tanti temi che la giunta Emiliano non ha saputo affrontare. Il problema Xylella che non solo non è mai stato risolto, ma continua ad avanzare, nel campo della sanità tante sono state le promesse fatte, ma puntualmente disattese. In tema di occupazione giovanile abbiamo la necessità di fermare il tragico fenomeno dell’emigrazione verso il nord del Paese, i giovani pugliesi meritano di avere un’opportunità nella terra in cui sono nati e cresciuti. Chi mi conosce sa che non amo fare proclami, tantomeno promesse difficili da mantenere. Quello che sicuramente continuerò a mettere in campo sono la passione, l’impegno e la coerenza che fino ad ora hanno caratterizzato il mio percorso politico e di vita. I cittadini sapranno fare la scelta giusta, regalando un volto nuovo alla nostra Puglia.

Ritieni che la tua, seppur breve, esperienza in Consiglio comunale potrà aiutarti?

Quando si inizia un percorso, in qualsiasi ambito, nessuno di noi credo possa sentirsi già pronto ad affrontare senza alcun problema l’intero cammino. Con umiltà, impegno, dedizione e voglia di imparare, ogni passo da compiere risulterà più semplice. Questo primo anno in Consiglio comunale mi ha permesso di crescere sia da un punto di vista politico che amministrativo, ma ancor di più sotto il profilo umano. Il continuo confronto con i cittadini e la volontà di prendersi carico di tutte le loro istanze rappresentano linfa vitale per chi, come me, vuole quotidianamente agire per il bene della comunità. Affronto questa nuova avventura con lo stesso spirito e la stessa determinazione, con l’auspicio che possa riservarmi l’opportunità di rappresentare al meglio la mia città in seno al Consiglio Regionale.