Regionali 2020: i primi possibili candidati gioiesi

Il meglio della fibra tim

Il meglio della fibra tim

Due le possibili candidature gioiesi alle prossime elezioni regionali. Si tratta di Ottavio Ferrante e di Vito Etna, entrambi uomini della maggioranza di Mastrangelo.


Seppur non abbia ancora trovato un riscontro ufficiale dal diretto interessato, le voci che circolano ormai da qualche settimana vorrebbero il consigliere comunale Ottavio Ferrante pronto a misurarsi con questa competizione elettorale ovviamente per il centrodestra. La situazione a livello regionale è ancora assai confusa, non è stato ancora definito ufficialmente il nome del candidato presidente e di conseguenza anche quante e quali saranno le liste a sostegno, per cui appare quasi scontato che lo stesso Ferrante al momento abbia deciso di non fornire ulteriori elementi a riguardo.

“Qualora dovessero esserci le condizioni, ritengo di poter accettare questa nuova sfida – ha dichiarato Ferrante – e di farlo in ragione di un impegno che, per quanto sembri gravoso, sento di poter affrontare grazie anche al sostegno di coloro i quali in questo periodo si sono detti disponibili a percorrere i chilometri che sarà necessario macinare in questa campagna elettorale, al mio fianco.

L’esperienza della recente campagna elettorale per le comunali e il mio buon risultato personale, mi ha confermato che solo grazie ad un lavoro di squadra si possono fare grandi cose. Dopo l’elezione di Mastrangelo come consigliere per la Città Metropolitana, credo che per Gioia del Colle averne uno anche in Regione rappresenti una opportunità da non sottovalutare”.

Il secondo nome che circola, seppur in maniera meno insistente è appunto quello del Presidente del Consiglio Etna. Il diretto interessato ha chiarito che è una ipotesi ma che al momento anche rispetto al suo nome non vi sia nulla di certo.

Prima di assumere qualunque tipo di decisione anche lui attende la definizione del candidato presidente, non negando l’ambizione e la speranza che lo stesso possa essere “un volto nuovo e perché no della Lega”.

Per quanto mi riguarda – ha ammesso Etna- non ho alcuna velleità personale. Sono a servizio di una squadra. Sono all’interno di un progetto, quello della Lega appunto e se il partito me lo chiederà, allora scenderò in campo. Diversamente comunque farò campagna elettorale e voterò il mio partito”.