Preparavano attentato al giudice Colangelo. I dettagli

Giungono i dettagli sulla pianificazione dell’attentato al procuratore generale di Napoli Giovanni Colangelo, residente a Gioia del Colle.

Secondo le rivelazioni di un pentito, la pianificazione sarebbe passata attraverso una serie di sopralluoghi sul percorso dal casello autostradale di Napoli alla casa del magistrato a Gioia del Colle.

Camorristi avrebbero avviato una serie di ispezioni di luoghi idonei a tendere l’agguato a Colangelo, individuando proprio in Gioia del Colle la sede giusta per l’attentato.

Stando a quanto riferito dal collaboratore di giustizia, il boss di Gioia Amilcare Monti Condesnitt gli avrebbe anche confidato di essere entrato in contatto con alcuni camorristi, dicendosi preoccupato delle conseguenze.

Intanto sono giunti a Colangelo numerosi messaggi di solidarietà dai partiti nazionali e dal Ministro di Giustizia Orlando.