Piscina morosa. Azione legale del Comune

“Orientamento formativo e riorientamento”

“Orientamento formativo e riorientamento”
piscina 27 dic 2012

L’ennesima bufera sta per abbattersi sulla piscina comunale di Gioia del Colle. Da accertamenti effettuati dall’ufficio di ragioneria del Comune è emerso che la società Adriatika Nuoto srl dal momento della consegna dell’impianto avvenuto in il 13 Agosto 2014, ha versato la sola somma di € 9.717,20 quale quota parte relativa al canone del 2° semestre 2014 (stornandola unilateralmente da lavori straordinari eseguiti per un importo di € 12.962,80).

Tuttavia, si legge nella delibera commissariale n.16, avrebbe omesso di pagare per intero le quote relative al 1° e 2° semestre 2015 pari a € 45.360 (oltre IVA se dovuta).

Dopo la presa d’atto della mancanza dei versamenti, anche l’ufficio sport comunale ha provveduto a sollecitare la ditta, ma non ricevendo nessuna risposta. Fino ad ora, quando la Commissaria prefettizia Riflesso, con proprio atto, ha incaricato un legale scelto dall’albo di fiducia al recupero dei canoni non versati dalla Società.

Eppure il contratto siglato tra le parti nel giugno del 2014 era chiaro: con l’aggiudicazione definitiva della gestione della piscina comunale per venti anni, la Società Sportiva Dilettantistica “Adriatika Nuoto srl” di Galatina, si impegnava a versare un canone annuale pari a € 45.360,00 (più IVA se dovuta) da corrispondere al Comune in due rate semestrali di € 22.680,00 oltre IVA entro il mese di Dicembre, ed € 22.680,00 oltre IVA entro il mese di Giugno.

Ad oggi le casse comunali piangono, manca all’appello una cifra importante, con la quale sarebbe stato possibile sistemare altre strutture sportive, senza dimenticare che per il recupero di queste somme non versate, la collettività dovrà gravarsi anche delle spese legali, seppure esigue.

“Orientamento formativo e riorientamento”

“Orientamento formativo e riorientamento”