Ospedale Paradiso: l’Amministrazione incontra la Asl per capirne il futuro

Orientamento formativo e riorientamento

Orientamento formativo e riorientamento
ospedale web

Si sono incontrati i rappresentanti del Comune di Gioia del Colle ed il Direttore Generale della ASL/BA dott. Vito Montanaro, per fare il punto sull’ex Ospedale Paradiso, sui servizi offerti e i lavori di adeguamento della struttura.

All’incontro erano presenti il sindaco Lucilla, il vice sindaco Enzo Cuscito, Donato Paradiso, presidente della III Commissione consiliare, Francesco Giannini, presidente dell’Osservatorio Permanente Ospedale Paradiso di Gioia, la dott.ssa Misceo, direttrice del Distretto socio-sanitario di Gioia e la dott.ssa Lucia Laddaga, ex direttrice dello stesso Distretto.

Confermato un finanziamento riveniente da fondi FESR 2014- 2020, si dovrebbe procedere al completamento dei lavori, con la riqualificazione del piano terra e del CUP. Su quest’ultimo, l’Amministrazione ha insistito chiedendo una postazione più idonea, così come già previsto, entro e non oltre la prossima estate. Al fine di sopperire all’assenza dell’anestesista nei giorni di lunedì e martedì, attualmente privi di tale specialista, il Direttore Generale provvederà ad emanare a breve un bando per assumere anestesisti ospedalieri. Per la concretizzazione di questo obiettivo il Direttore Generale ha assicurato tempi brevi, presumibilmente inizio 2017.

Dopo l’acquisto di due colonscopi nuovi, l’emergenza è l’assenza di due gastroscopi. Al momento si sopperirà con il noleggio di un’attrezzatura nuova, in attesa che l’acquisto dei due nuovi gastroscopi termini la procedura già avviata. Questo potenziamento andrà attuato anche grazie ai buoni risultati conseguiti dall’ambulatorio di Endoscopia. Per quanto riguarda il potenziamento del personale medico e paramedico il Direttore Generale ha già approntato un piano di assunzioni che nei prossimi giorni invierà alla Regione per la definitiva approvazione. In merito a Senologia, è stato sottolineato che l’apparecchiatura esistente è stata sistemata, ma mancano i senologi. Situazione rimarcata dall’Amministrazione e che ha riscontrato la piena disponibilità della Direzione Generale a risolvere in tempi brevissimi, al fine di riavviare il Servizio di prevenzione a pieno ritmo.

Sul laboratorio di analisi, il Direttore conferma la volontà politica di trasformare Gioia in punto di raccolta prelievi, senza però alcun disagio per l’utenza che potrà continuare a utilizzare il Servizio, con prelievi e consegna referti. La prospettiva generale è procedere al mantenimento di un unico Laboratorio provinciale se non addirittura regionale.

È stata confermata la chiusura entro il 32.12.2017 del Punto di Primo Intervento perché non raggiunge le 6.000 prestazioni annue, e sostituito con postazione 118 H24, dotata di un’automedica e di un’ambulanza India o Mike.

Sulla richiesta di attivare la Casa della Salute il Direttore Generale ha risposto che occorre mettersi in lista d’attesa, dopo aver acquisito la disponibilità di 7 medici di base. Ci sono già tre o quattro paesi in tale lista, ma il fondo della complessità per tale interventi è esaurito. Bisogna attendere il nuovo contratto dei medici di medicina generale, che prevede la possibilità di attivare concretamente tale attività. L’incontro si è concluso con l’impegno a rivedersi ad inizio 2017 al fine di verificare le riscontranze circa gli impegni assunti dalla Direzione Generale.