Mercatino di Natale alla Mazzini, il ricavato alla Cooperativa Sole Luna per seguire più ragazzi

È stato consegnato alla Cooperativa Sole Luna, che ormai da tempo si attiva in progetti educativo-ricreativi per contrastare fenomeni di marginalità e disagio minorile nella sede attigua la chiesa di San Vito, il ricavato della vendita di beneficienza fatta durante il mercatino di Natale lo scorso 6 dicembre e organizzato dai genitori, dai ragazzi e dagli insegnati dell’Istituto comprensivo Carano-Mazzini di Gioia del Colle.


Si tratta di circa 2700 euro che il presidente del Consiglio di Istituto, Annalisa Falcone, ha consegnato in rappresentanza di tutti i genitori al responsabile della Cooperativa, Giovanni Barnaba, perché possa permettere ai ragazzi di frequentare corsi pomeridiani per il recupero scolastico e non solo.

Durante la consegna erano presenti anche il Dirigente scolastico, Leonardo Castellana, il Sindaco di Gioia del Colle, Giovanni Mastrangelo, gli assessori Giovanna Pontiggia alle politiche sociali e Lucio Romano alla pubblica istruzione, oltre ai membri del Consiglio di Istituto.

Perché non è sufficiente solo che ci sia la possibilità economica di partecipare a questi progetti, ma c’è bisogno di fare rete fra tutte le istituzioni per governare un processo di recupero dei bambini  anche da situazioni di degrado e di pericolo. Realtà che spesso sfuggono alle maglie degli uffici, ma non a quelli della scuola.

La stima per il lavoro svolto dalla Cooperativa è stata espressa dal Preside, Assessori e Sindaco che hanno comunque dimostrato preoccupazione per la possibilità che la stessa lasci la sede. Ma questo non ha scoraggiato la possibilità di guardare a nuovi progetti anche estivi, sempre nell’ottica di agganciare i ragazzi di Gioia per recuperarli nella scuola e nella vita.

foto scattata durante i mercatini, pagina Facebook dell’IC Carano-Mazzini