Lotta alla povertà e inserimento lavorativo: i numeri a Gioia

Il Pon Inclusione, che si occupa per il tramite del Ministero del lavoro e delle Politiche sociali del rafforzamento dei servizi sul territorio e della lotta alla povertà compreso persone che beneficiano di misure di sostegno al reddito e sul territorio, presenta i suoi primi numeri prodotti sul territorio di Gioia del Colle.



Sono circa 500 i beneficiari che hanno usufruito delle misure di lotta alla povertà come il Reddito di Inclusione, Reddito di Dignità e Reddito di Cittadinanza e del Progetto di inclusione sociale Ti Stimo.

Tra questi, 150 beneficiari sono stati seguiti in progetti di inserimento ed inclusione sociale presso l’Ambito Sociale Territoriale di Gioia del Colle nei comuni di Gioia, Casamassima, Turi e Sammichele di Bari.

Lo staff  PON Inclusione, formato da tre assistenti sociali, un tecnico per l’inserimento lavorativo, una educatrice e un amministrativo, non si è fermato durante l’attuale emergenza sanitaria, continuando nella redazione di progetti di tirocinio o di lavoro di comunità o di cura parentale. In questo periodo l’equipe Pon del Comune di Gioia del Colle ha lavorato su Progetti di Utilità Collettiva correlati al Reddito di Cittadinanza, in virtù dei quali sono in programma nuovi inserimenti socio-lavorativi nei Comuni dell’Ambito.

La rete di enti che accoglie i vari tirocinanti comprende 55 enti tra aziende, associazioni culturali, sportive e di volontariato, centri aperti polivalenti per anziani, minori e disabili, cooperative sociali, scuole, fondazioni ed enti culturali, esercizi commerciali, luoghi di ristorazione e Comuni.
Ogni beneficiario svolge la propria attività da un minimo di 8 ad un massimo di 24 ore settimanali, a seconda del contributo nazionale o regionale percepito.

Nel frattempo sono stati attivati anche diversi progetti per l’inclusione di minori o di persone fino ai 29 anni di età per accompagnarli nel mondo del lavoro insieme a percorsi psicosociali per il supporto alla genitorialità.