Il Liceo Canudo macina progetti e diventa un centro di eccellenza

Bello dentro e da oggi bello anche fuori.

Dopo i lavori di ristrutturazione interna grazie ad un finanziamento di circa 300mila euro da parte della Città Metropolitana e il restyling dell’esterno grazie ad un intervento di “Scuole Belle”, il liceo scientifico Ricciotto Canudo di Gioia del Colle conferma di godere di ottima salute.

A dirlo sono i dati di questo anno scolastico appena trascorso e di quelli previsti per il prossimo.

Eccellenti i risultati degli esami di maturità: tra classico e scientifico su 151 maturandi ben 16 ragazzi hanno ottenuto il massimo della valutazione (100) sette dei quali con la lode, senza nessun bocciato.

I corsi di perfezionamento della lingua inglese sono stati frequentati da circa 100 ragazzi, molti dei quali hanno conseguito la relativa certificazione Cambridge. Il corso è completamente gratuito per le famiglie tranne che per l’esame di attestazione finale. A questi si sono aggiunti anche dei corsi di tedesco. Da quest’anno il lavoro di certificazione proseguirà anche in ambito curriculare già dai primi anni, perché l’obiettivo sarà di arrivare al livello B2 al quinto anno. Inoltre da quest’anno è previsto un corso extracurricolare di spagnolo con la possibilità di ottenere la relativa certificazione.

Ma è da settembre che il liceo esploderà in una miriade di progetti che apriranno a nuove esperienze scolastiche per il mondo.

Già questa estate è partito il progetto l’Erasmus+ K1, per il quale 23 docenti affronteranno un periodo di studio e di formazione in Finlandia e Inghilterra.

Partirà poi il progetto K2, il Mobilities Yourself standing and working in the EU, che prevede la mobilità fra studenti con una scuola tedesca come capofila e con il coinvolgimento anche di studenti provenienti dalla Grecia, Belgio, Cipro, Polonia e Lettonia. Nell’ambito del progetto  di scambio culturale dal 15 al 20 aprile dell’anno prossimo si terrà al Canudo di Gioia l’incontro su “Analisi del mondo del lavoro a livello europeo”.

Di grande interesse è anche il progetto Interculturale della durata di 1 anno per 7 ragazzi che si distribuiranno tra America, Paraguay, Giappone, UK, Irlanda e Norvegia.

Intanto 18 ragazzi con 2 tutor sono stati a Dublino per 4 settimane.

Si rinnoverà l’esperienza teatrale che nell’anno trascorso, grazie alla scommessa dell’amministrazione comunale, ha portato al  Festival “Teatro Lab 2.0 Chièdiscena” 400 studenti da diverse parti d’Italia. L’evento si amplierà, diventando internazionale con la presenza di compagnie teatrali europee.

Altri progetti riguardano l’inclusione per i diversamente abili portando i docenti specializzati da 1 a 7 unità.

Procederà la collaborazione all’interno della rete nazionale dei licei classici; nell’ambito del progetto Atelier Creativi (robotica e disegno) dell’istituto Carano Mazzini ci sarà il coinvolgimento di docenti dello scientifico. Proseguono le certificazioni informatiche CISCO e EIPASS.

Quindi un grande slancio verso l’internazionalizzazione, per uno studente cittadino del mondo e sempre tante novità per questo istituto che continua a dimostrarsi una eccellenza del nostro territorio, da tutelare come patrimonio della collettività.