Impianto di depurazione del siero: SIERA cita il Comune in Tribunale

La questione Siera Srl, la società che gestiva a Gioia del Colle il centro pilota per il trattamento e la valorizzazione del siero derivante dall’industria casearia e l’impianto ancora fermo non accennano a trovare ancora una soluzione definitiva.

Siera ha infatti citato il Comune di Gioia presso il Tribunale di Bari il prossimo 20 marzo per capire se gli atti prodotti fino ad ora abbiano o meno rescisso dalla convenzione con cui veniva affidato l’impianto voluto dalla ex Comunità Montana sud-est, poi sciolta con la conseguente cessione dell’impianto al Comune di Gioia. Il centro pilota costò circa 7,2 milioni di euro con una partecipazione della ditta di poco meno 2 milioni di euro.

I rapporti tra Siera e Comune cominciarono a incrinarsi già dall’estate del 2015, quando gli impianti vennero spenti. Le alte temperature fecero il resto e dall’impianto cominciarono ad alzarsi cattivi odore che infestarono alcune zone cittadine. Dall’atto di citazione sembrerebbe che il fermo dell’impianto fu dovuto ad alcuni lavori di manutenzione straordinari pare debitamente comunicati al Comune. Sta di fatto che seguirono dei sopralluoghi e una intimazione al ripristino dello stabilimento. Il caso esplose tuttavia quando nell’ottobre dello stesso anno l’allora Corpo Forestale dello Stato appose i sigilli all’intero impianto per via di alcune irregolarità. Il Comune di Gioia, nella persona del Commissario prefettizio Riflesso, poiché il fermo della lavorazione dei residui della lavorazione casearia rappresenta tuttora un danno ingente per l’intero territorio comunale soprattutto per  il comparto lattiero caseario locale, ritenne di procedere alla risoluzione contrattuale.

Ecco che ora Siera chiede che si accerti la rescissione del contratto e, nel caso, la conseguente restituzione dei circa 2 milioni di euro versati a titolo di contributo per la realizzazione delle opere previste dalla convenzione per un impianto che a tutt’oggi è ancora sotto sequestro.

Alla luce di questo, il Comune di Gioia del Colle ha dato mandato all’avvocato Giuseppe Cozzi che già si occupa di seguire l’Ente in altri giudizi.