Fuochi d’artificio di fine d’anno: il Commissario invita ad un uso consapevole

Orientamento formativo e riorientamento

Orientamento formativo e riorientamento

Se negli ultimi tre anni, Sindaci e Commissari straordinari che si sono succeduti  proprio in questo periodo hanno emanato ordinanze che vietavano l’uso dei cosiddetti fuochi d’artificio di fine anno, quest’anno l’attuale Commissario prefettizio di Gioia del Colle, Umberto Postiglione, invita i cittadini ad evitare di utilizzare i “botti” “nei luoghi di aggregazione o comunque in quelli affollati,  – sottolinea l’avviso commissariale – nelle aree a rischio di propagazione degli incendi, nei pressi di luoghi di culto o comunque nelle vicinanze di monumenti, prestando massima attenzione in presenza di bambini o altri soggetti deboli, che dovranno essere sempre tenuti a debita distanza da chi fa uso dei fuochi, e in condizioni di sicurezza”.

Pur essendo una pratica soggetta a regole estremamente rigorose sia nella commercializzazione dei prodotti sia nel loro impiego, troppo spesso viene svolta senza osservare le dovute cautele, facendo registrare ogni anno un numero altissimo di incidenti.

“Si rivolge, quindi, un forte appello ad un uso responsabile dei prodotti pirotecnici, con l’adozione di tutte le cautele e gli accorgimenti necessari a prevenire rischi per la propria ed altrui incolumità”.

Essendo noti  gli effetti che i botti producono non solo sulla quiete pubblica, ma anche sugli animali, il Commissario invita i cittadini “a non utilizzare o a limitare al massimo l’accensione di “botti”, – si legge nella nota di raccomandazione ispirata al buon senso– privilegiando viceversa l’impiego di prodotti meno invasivi e pericolosi, quali quelli, ad esempio, che valorizzano i giochi di luce e che producono effetti scenici gradevoli e meno dirompenti. Si rivolge, quindi, un forte appello ad un uso responsabile dei prodotti pirotecnici, con l’adozione di tutte le cautele e gli accorgimenti necessari a prevenire rischi per la propria ed altrui incolumità”.