Ecco i risultati delle Elezioni 2020 a Gioia

Lo spoglio del Referendum Costituzionale sul taglio dei Parlamentari a Gioia ha rispecchiato il dato nazionale con il 74,19% dei votanti per il SI, mentre per il NO il 25,81%.




È indubbio che il più votato a Gioia del Colle sia l’ex sindaco Sergio Povia con 1251 preferenze prese dai gioiesi. Traina anche la lista di appartenenza “Emiliano Sindaco” che però non raggiunge il quorum del 4% per far scattare il seggio in Consiglio regionale. Dopo 5 anni lontano dalla scena politica, Gioia comunque lo ha premiato, ma non è stato sufficiente.

Michele Emiliano vince anche a Gioia del Colle con circa il 51% delle preferenze. In distacco netto Raffaele Fitto con circa il 36,5%. Antonella Laricchia si ferma a circa il 10%, mentre tutti gli altri candidati raccolgono decimali.

Con 1140 voti il secondo più votato dei candidati di Gioia del Colle è l’attuale presidente del consiglio di Gioia, Vito Etna, de la Lega con Salvini, che si attesta nella lista provinciale a poco più della metà. La Lega è anche la lista più votata con il 17,6 % delle preferenze.

Il terzo più votato dei gioiesi candidati è Nico Casamassima di Fratelli d’Italia, il partito del Sindaco Mastrangelo, che raccoglie a Gioia 630 voti. Segue Milena Pavone nella lista Senso civico con 577 preferenze. Anna Maria Longo candidata in Italia in Comune si attesta a 366 voti, mentre Alessandro Capurso del Partito Democratico a Gioia prende 163 preferenze.