Bufera “razza”. La Lega risponde a Mastrangelo: “Si occupi dei propri ambiti”

Orientamento formativo e riorientamento

Orientamento formativo e riorientamento

La Lega per Salvini di Gioia del Colle, risponde alla richiesta del candidato sindaco di centrodestra Giovanni Mastrangelo di allontanamento del segretario Vito Etna dopo le dichiarazioni rilasciate durante la presentazione della campagna elettorale.

Vito Etna durante il suo discorso aveva parlato di razze e delle possibilità di andare nelle abitazioni per trovare i clandestini. I termini e i concetti ritenuti estranei a Mastrangelo, aveva spinto il candidato sindaco a chiedere qualche ora dopo  le dimissioni di Etna: “dopo aver ascoltato il parere di tutte le liste e forze politiche a sostegno, – recitava la nota di Mastrangelo – chiede al sig. Vito Etna di rassegnare le proprie dimissioni dall’incarico sinora ricoperto, rinunciando, altresì, alla sua preannunciata candidatura, anche al fine di consentire all’intera coalizione un sereno prosieguo della campagna elettorale in corso”.

La spaccatura è netta, ma la Lega risponde: “Il Gruppo Dirigente della Lega – Salvini Premier di Gioia del Colle, alla presenza dei Responsabili d’area Domi Ciliberti, Giuseppe Gallo e del Segretario Provinciale Enrico Balducci, preso atto delle dichiarazioni poste in essere dal candidato sindaco Giovanni Mastrangelo, considerato che la vicenda inerente le dichiarazioni del Segretario Cittadino Vito Etna è stata ampiamente ridimensionata dallo stesso Segretario, invita il candidato sindaco a occuparsi dei propri ambiti e a dimostrare una maggiore capacità di sintesi e di equilibrio.
Considerato che appare sconcertante che l’utilizzo di una terminologia che si è prestata ad un fraintendimento metta in discussione un percorso comune costruito durante gli ultimi mesi, il Gruppo Dirigente chiede all’Avv. Giovanni Mastrangelo di proseguire il percorso intrapreso, individuare un ambito per chiarire le divergenze politiche che si sono create, se esistono, e invita tutti ad un maggiore senso di responsabilità, soprattutto nell’interesse dei cittadini gioiesi”.