Biblioteca chiusa, si pensa ad un probabile trasferimento alla Losapio

Orientamento formativo e riorientamento

Orientamento formativo e riorientamento

Dal 2 gennaio la Biblioteca comunale di Gioia del Colle  “Don Vincenzo Angelilli” è chiusa e nel prossimo futuro potrebbe essere trasferita nell’edificio che attualmente ospita la sede centrale della scuola media Losapio, che, a sua volta, verrebbe concentrata nella sede del distaccamento.

La chiusura della Biblioteca è stata annunciata da uno scarno avviso sulla home del sito istituzionale del Comune, caricato solo 2 giorni dopo l’avvenuta chiusura.

Nello stesso avviso si precisa che l’attività di permanenza di studio è stata spostata negli uffici di “Bandeàapert”, presso l’immobile dei Servizi sociali, il mercoledì, il venerdì e il sabato dalle 16 alle 20, mentre la consultazione di quotidiani e periodici  nell’ufficio Iat in Corso Vittorio Emanuele 13, dal lunedì al venerdì dalle  9.30 alle 12.30 e il martedì pomeriggio dalle 16.00 alle 18.30. Solo successivamente e con appositi avvisi potranno essere chiarite le modalità di prestito dei libri.

Il motivo della chiusura sarebbe addebitabile a diversi fattori concomitanti.

In primo luogo allo stabile mancherebbero i requisiti di sicurezza rilasciati dai vigili del fuoco.

Voci sempre più insistenti darebbero tuttavia quasi imminente il trasferimento della Biblioteca presso la sede centrale della Losapio in piazza Umberto. In realtà l’idea di creare un polo policulturale in quell’edificio, completamente ristrutturato e rivisto qualche anno fa dall’architetto Flaviano Lorusso, l’aveva già avuta l’architetto Alfredo Vacca, che vedeva lo stabile inquadrato in una zona ormai pedonale e di forte passaggio. Inoltre nella nuova sede si potrebbe aumentare il carico dei volumi, che graverebbero meno sulla struttura, come è successo a Palazzo Serino.

La scuola media verrebbe trasferita presso il distaccamento che insieme alla scuola Carano creerebbe un unico grande polo educativo per la scuola secondaria di primo grado.