Alla Mazzini accesi in ritardo i termosifoni, ma ripulita la colonna delle parolacce

A Gioia del Colle, grazie alla sua altitudine, i termosifoni degli edifici pubblici possono essere accesi dal 1° novembre. Complice il clima mite della prima decade di questo mese, il freddo ha cominciato a farsi sentire solo pochi giorni fa, ma alcune scuole pubbliche erano ancora impreparate ad affrontarlo.

La manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti degli edifici scolastici della scuola dell’infanzia, della scuola primaria e della scuola secondaria di primo grado spetta al Comune, compreso gli impianti di riscaldamento.

Ma già venerdì scorso si sono avvertiti i primi problemi, perché i termosifoni della scuola dell’infanzia di via Soria e della Mazzini erano completamente spenti. Sabato scorso le prime lamentele da parte dei genitori, poi lunedì i primi interventi. All’asilo Soria i termosifoni lunedì erano ancora spenti perché c’è stata la completa sostituzione della caldaia, alla Mazzini invece si è dovuto intervenire con provvedimenti tampone: prima si pensava ad un problema alla canna fumaria, poi alla caldaia, infine da una verifica più attenta si è capito che il tutto dipendeva da un pezzo della pompa che non ricevendo più acqua per un difetto dovuto all’usura mandava in protezione il sistema. Nell’attesa che arrivi il pezzo da sostituire, è stato creata una deviazione che non rischia il blocco della caldaia, ma probabilmente abbassa di poco la temperatura finale dei termosifoni.

Insomma il problema seppur tamponato, sembrerebbe in via di risoluzione.

Ma sollecitati sempre dai genitori della Mazzini, in questi giorni l’Amministrazione comunale ha proceduto a diversi lavori come la pulizia di una macchia di vero e proprio muschio al secondo piano, comparso a causa delle grondaie del cortile interno completamente ostruite. In pochissimi giorni anche queste ultime sono state pulite e nella pausa natalizia si procederà a rivestirle con guaine particolari e a ripristinare quelle rubate un anno fa intorno al perimetro dell’edificio.

E soprattutto è stata ripulita la canna fumaria dalle scritte indecenti che la ricoprivano.

Intanto all’Ufficio tecnico comunale, stanno approntando un elenco di interventi da fare in tutte le scuole di Gioia che verranno affrontati durante la pausa natalizia.