Aeroporto, la dinamica dell’incidente mortale

eurofighter-typhoons-at-gioia-del-colle-1534

Il primo sottufficiale dell’Aeronautica Militare deceduto questa mattina in un incidente sul lavoro nella base di Gioia del Colle, Antonio Carbone, sarebbe stato travolto e ucciso dal mezzo che lui stesso stava guidando fino a poco istanti prima.

Stando alle prime ricostruzioni, Carbone sarebbe sceso da una spazzatrice che serve per pulire le piste, lasciandola leggermente in salita e forse senza il freno a mano inserito. All’improvviso il mezzo si sarebbe mosso all’indietro, travolgendolo.

Il pm di turno del Tribunale di Bari, Gaetano De Bari, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti. È stato disposto il sequestro del mezzo e dell’intera area dove si è verificato l’incidente, non lontano dalla pista dell’aeroporto. Sotto sequestro anche la documentazione relativa al mezzo per verificare l’efficienza dei sistemi frenanti e ogni altro elemento utile a ricostruire quello che è accaduto. La Procura valuterà nelle prossime ore se disporre l’autopsia, dopo l’esito dei primi accertamenti medico legali eseguiti dal prof. Francesco Introna del Policlinico di Bari.

I vertici dell’Aeronautica militare hanno espresso cordoglio alla famiglia del sottufficiale.