Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Gioia per l’Aeronautica Militare

Stamane, in occasione del 94° anniversario dell’Aeronautica Militare, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella  è intervenuto alla cerimonia organizzata all’Aeroporto militare di Gioia del Colle.

E’ un giorno importante per la nostra base, oltre all’anniversario dell’Arma azzurra, perché si celebra anche  il centenario della  costituzione di cinque Gruppi di Volo caccia: il 9° di Grosseto, il 10° e il 12° di Gioia del Colle, il 13° di Amendola e il 18° di Trapani.

Appena giunto il Presidente Mattarella ha passato in rassegna il reparto d’onore schierato con la Bandiera di guerra e la banda, accompagnato dal Ministro della Difesa, sen. Roberta Pinotti, dal Capo di Stato Maggiore della Difesa, Gen. Claudio Graziano, dal Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Gen.S.A. Enzo Vecciarelli.

Dopo gli interventi delle massime cariche militari è seguito quello della Ministra sen. Roberta Pinotti:«celebrare l’anniversario di fondazione della Aeronautica militare –ha precisato– significa più di ogni altra cosa rendere omaggio alle donne e agli uomini in azzurro che oggi, come ieri, nei nostri territori recentemente martoriati dal sisma come nell’ospedale di Misurata, nei cieli dell’Iraq come sulle trincee della grande guerra, proprio negli anni in cui nascevano i cinque gruppi caccia di cui ricorre il centenario hanno scritto continuano scrivere quotidianamente pagine dense di valore abnegazione e spirito di sacrificio. Questo rappresenta il bene più prezioso di una Forza armata, fatto di altissima tecnologia, ma soprattutto fatta di cuore, di spiccato senso di solidarietà umana».

Ha poi evidenziato il ruolo del Centro europeo per le operazioni  di recupero del personale in zone a rischio, che costituisce una prova di maggiore integrazione nel settore della difesa in ambito europeo. Ha poi sottolineato come sia determinante il contributo dell’A.M. contro l’Isis, che oggi inquieta il nostro stile di vita, mediante l’impiego di assetti aerei con capacità unica nel settore della ricognizione, raccolta e disseminazione di informazioni come i veicoli a pilotaggio remoto Predator e caccia ricognitori AMX.

«Quello che completa – ha poi concluso-  in modo forte l’immagine dell’Aeronautica militare è rappresentata dalla gratitudine di un paziente trasportato verso un nuova speranza di vita o da un naufrago soccorso di notte nel mare in burrasca».

A seguire la consegna, da parte del Capo dello Stato, delle seguenti onorificenze:

– medaglia d’argento al Valore Aeronautico al Maggiore pilota, Matteo Zuliani della 46^ Brigata aerea di Pisa;

– medaglia di bronzo al Valore Aeronautico  al Maggiore pilota, Riccardo D’Urbano, al Capitano pilota Dario Donadei, ai Marescialli di 1^ cl. Gaetano Gigliofiorito e Riccardo Rossi, tutti della 46^ Brigata aerea di Pisa;

– medaglie di bronzo al Merito Aeronautico ai Colonnelli piloti, Cristiano Galli e Raffaele La Montagna.

Molte le autorità militari e civili intervenute, dal Presidente del Senato, Pietro Grasso, al Governatore delle Regione Puglia, Michele Emiliano, dal Presidente dell’Anci Antonio Decaro al Sindaco di Gioia del Colle Donato Lucilla, mentre nei cieli gioiesi le Frecce tricolore omaggiavano l’evento.