Luciano Funetta tra i dodici finalisti del Premio Strega

C’è anche il trentenne di Gioia del Colle Luciano Funetta nella lista dei dodici scrittori inseriti tra i finalisti per il Premio Strega del prossimo 8 luglio.

Il prossimo 15 giugno sarà invece resa nota la cinquina che si giocherà la finale al Parco della Musica di Roma designata come nuova sede del premio in sostituzione della storica sede del Ninfeo di Villa Giulia.

Luciano Funetta è in lista con il suo libro “Dalle rovine” per la collana dei romanzi Tunuè diretta da Vanni Santoni. L’ autore vive a Roma e fa parte del collettivo di scrittori TerraNullius. Ha pubblicato racconti su WATT, Granta Italia, Costola e altre riviste. È tra gli autori di Dylan Skyline – dodici racconti per Bob Dylan (Nutrimenti, 2015).

Sono molto contento per la casa editrice.dichiara Luciano Funetta a Gioia News – Quello che accade allo Strega coinvolge principalmente tutti coloro che hanno lavorato al libro tirandolo fuori dalla solitudine che condivide con chi lo ha scritto“.

Il Premio Strega è il più importante e storico riconoscimento italiano per la narrativa.

Ecco tutti i candidati al premio: L’uomo del futuro (Mondadori) di Eraldo Affinati, La scuola cattolica (Rizzoli) di Edoardo Albinati, Dove troverete un altro padre come il mio (Ponte alle Grazie) di Rossana Campo, Dalle rovine (Tunué) di Luciano Funetta, Le streghe di Lenzavacche (e/o) di Simona Lo Iacono, La reliquia di Costantinopoli (Neri Pozza) di Paolo Malaguti, Il cinghiale che uccise Liberty Valance (minimum fax) di Giordano Meacci, L’addio (Giunti) di Antonio Moresco, Conforme alla gloria (Voland) di Demetrio Paolin, La figlia sbagliata (Frassinelli) di Raffaella Romagnolo, Se avessero (Garzanti) di Vittorio Sermonti, La femmina nuda (La nave di Teseo) di Elena Stancanelli.