L’importanza dell’innovazione tecnologica e le proposte di Giuseppe Zileni alla politica

Se c’è una cosa che sta insegnando questa pandemia da covid-19 è sicuramente l’importanza e spesso i vantaggi del lavoro agile e delle possibilità che può offrire il mondo digitale in termini di opportunità e di tempo ai cittadini.

Da qui nasce la proposta presentata da Giuseppe Zileni e meglio dettagliata all’indirizzo http://notes.blockjuice.net, al Sindaco, Giunta, e Consiglio comunale di Gioia del Colle. Partendo dai nuovi presupposti che le proposte debbano e possono giungere dal basso in un modello sociale in cui chi governa raccoglie le esigenze strategiche della popolazione, su cui di fatto si base la Cabina di Regia “Benessere Italia”, con cui da poco Gioia del Colle ha stretto rapporti grazie a Rete Antenna Pon, Zileni fa delle proposte.




Occorre “sviluppare – sottolinea Zileni – una visione di programmazione, affinché anche il nostro territorio sia in grado di recepire i fondi ingenti che saranno stanziati entro il 2021 per finanziare progetti all’insegna della sostenibilità, innovazione e digitalizzazione del paese, come ad esempio, il piano europeo Next Generation EU che prevede lo stanziamento di quasi 800 miliardi di euro per sostenere l’economia post-Covid.

“Mai sprecare l’occasione di una grave crisi, dà l’opportunità di fare cose che non avresti potuto fare prima”, citando una frase di Rahm Emanuel capo di gabinetto di Barak Obama all’epoca del crollo finanziario del 2008, mai così attuale in un momento drammatico come quello che stiamo vivendo, ritengo che tutti si devono impegnare veramente ed inevitabilmente, a cercare di lavorare affinché si possa costruire una società più resiliente, innovativa e sostenibile”. 

E ha presentato delle prime proposte che vanno a sensibilizzare la Pubblica Amministrazione su temi attuali come il South Working con “La progettazione e la valorizzazione di spazi pubblici per l’intera collettività e la creazione di una rete di presidi smart, insieme a misure di sostegno e incentivi per i futuri smart workers, che potrebbero rendere il territorio un nodo tecnologico strategico e attrattivo per i nostri giovani”.

Proposte anche sull’App IO con l’integrazione dei servizi digitali del proprio Comune all’applicazione.