Colacicco porta in Consiglio la discussione su strade ed evasioni

Nell’ultimo Consiglio comunale tenutosi giovedì pomeriggio a Gioia del Colle si è parlato di rifacimento di strade e di evasione dei tributi.
La proposta della discussione è giunta dal Consigliere comunale Donato Colacicco di Prodigio, che ha presentato una mozione.



Tutto sarebbe partito da alcune dichiarazioni fatte dal Sindaco sulla sua pagina social in cui dichiarava che una serie di lavori fatti o da farsi per la somma complessiva di 800 mila euro sono da attribuire ai gioiesi che pagano le tasse e alla sua maggioranza che ha votato il Bilancio e che “è altresì merito di chi in questo anno, afflitto dalle numerose difficoltà legate alla pandemia, ha saputo recuperare quasi 900 mila euro di evasione di tasse comunali (anche questa cifra record!)”, si legge nel post.

Colacicco dunque ha chiesto che proprio in Consiglio venissero comunicati “gli importi esatti riscossi e quanti ancora da recuperare, in che tempi e modalità, prendendo a confronto quanto previsto nel Bilancio di previsione”. Che venissero resi pubblici sul sito internet del Comune di Gioia del Colle in modalità semplificata ed accessibile tutte le informazioni riguardanti le attività messe in atto sulla lotta all’evasione, rispettando quanto previsto per la tutela della privacy, e che la Giunta Comunale rendesse noto, anche attraverso un’apposita deliberazione, le priorità e quindi i criteri adottati per il rifacimento delle strade del territorio gioiese.

Sulla scelta delle strade da rifare la risposta del Primo cittadino è stata tecnica: a decidere sarà l’ufficio tecnico comunale in base alle urgenze e alle priorità sul rifacimento del manto stradale. Insomma la politica non ci metterà becco e si affiderà ai tecnici, così come dovrebbe essere.

Per la viabilità rurale, le associazioni agricole hanno indicato le strade che hanno bisogno di intervento, rispondendo ad una richiesta del Comune. Anche queste al vaglio degli uffici preposti.

È evidente tuttavia, che seppure saranno gli uffici preposti a valutare le strade dove prevedere interventi di rifacimento è anche vero che quando sarà terminato l’elenco delle vie, questo potrà essere pubblicato. Del resto il panorama delle buche di Gioia del Colle è sotto gli occhi di tutti e le priorità anche.

Per quanto riguarda la questione dell’evasione dei  tributi invece è stato risposto che verrà data massima diffusione di quello sta avvenendo o che verrà. Le cifre quindi, malgrado l’invio di cartelle, per ora non sarebbero definitive e non confermerebbero o smentirebbero alcun numero.

La discussione non si è fatta attendere vista l’importanza di questi dati che, malgrado la pandemia, dopo quasi due anni non smentiscono ancora del tutto quanto dichiarato dall’ultimo Commissario prefettizio sulle cifre record di evasione e di evasori. Perché gli evasori ci sono e quelli che pagano le tasse, pagano servizi anche per loro, così come ci sono le maggioranze di governo che negli ultimi anni si sono votate da sole i Bilanci.