Cittadinanza italiana a Patrick Zaki, Gioia scrive al Presidente della Repubblica

Nello scorso Consiglio comunale di Gioia del Colle, il Consigliere Comunale Rosario Milano aveva presentato una mozione per concedere la cittadinanza onoraria da parte della Città di Gioia a Patrick Zaki, lo studente egiziano, iscritto all’Università di Bologna, e detenuto in carcere in Egitto con l’accusa di propaganda sovversiva e terrorismo.

Malgrado l’intero Consiglio sia stato unanime nel ritenere la situazione di Zaki lesiva dei diritti umani, ma sollevando un difetto di forma nella proposta della cittadinanza (occorrono almeno 5 consiglieri) si è ritenuto più opportuno, così come è successo per tante istituzioni italiane, chiedere che gli venga concessa la cittadinanza italiana. Del resto Patrick Zaki è sempre stato molto attivo presso l’Università di Bologna.



Insomma è del tutto evidente che la vicenda del giovane egiziano ha suscitato indignazione, condivisa da tutti.

Ma in quella seduta il Consiglio comunale demandò al Sindaco l’invio di una lettera al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per evidenziare quanto chiesto da Gioia del Colle e da tanti altri Comuni e Enti italiani.

È di questi giorni l’invio del Sindaco di Gioia al presidente Mattarella sottolineando quanto: “Si è fortemente convinti – si legge – che il conferimento della cittadinanza italiana a Patrick George Zaki sia viatico necessario per sottolineare l’interesse dello Stato  all’affermazione del valore dei  diritti umani,  presupposto della convivenza civile e dell’educazione delle nuove generazioni, e per un piano di azione per la protezione e la promozione del lavoro dei difensori dei diritti umani”.

E’ importante evidenziare, tuttavia, che la cittadinanza italiana a Zaki non solo ha una valenza sociale, ma diplomatica. Con essa, lo Stato Italiano può operare con l’Egitto trattandosi di un suo cittadino con tutti i diritti che ne conseguono. Facendo valere i diritti umani riconosciuti a livello internazionale occidentale, ma potendo muoversi in prima linea.
Certamente il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nella sua profonda saggezza saprà andare oltre le righe.