Chiuso 2° piano della scuola, Povia contrario

scuola san filippo neri

Chiuso il secondo piano della scuola “San Filippo Neri” in piazza Dalla Chiesa. Stamattina, 8 gennaio, i vigili del fuoco del distaccamento di Putignano hanno effettuato un sopralluogo nell’istituto dove durante le vacanze di Natale sono stati effettuati lavori per la rimozione della controsoffittatura.

Secondo i pompieri gli ambienti non sono ancora sicuri e hanno ordinato l’interdizione dell’intero piano, evacuando le classi. Due ore prima nella scuola si era recato il sindaco Sergio Povia, accompagnato dal geometra dell’ufficio Tecnico Rocco Plantamura, dal consigliere Antonio Mancino e dall’assessore Giuseppe Lenin Masi. La polemica è scoppiata ieri mattina al rientro dalle vacanze di Natale. Quando i bambini e le maestre infatti sono arrivati a scuola hanno trovato il secondo piano in condizioni disastrose.

Polvere dappertutto, ambienti freddi, plafoniere legate alle pareti con un filo di ferro, disordine, corridoi impercorribili. La ditta che ha curato la rimozione del controsoffitto ha terminato venerdì ma nel fine settimana non sono stati completati i lavori di sistemazione degli ambienti da parte dell’azienda che si occupa della pulizia ordinaria della scuola. A quel punto la dirigente scolastica, Anna Grazia De Marzo, ha sistemato i bambini momentaneamente in altre classi e nel pomeriggio di ieri ha convocato i genitori, mentre nelle aule non interessate dai lavori si è fatto lezione ieri e oggi. Stamattina poi, dopo il sopralluogo, il sindaco si era impegnato a inviare una ditta specializzata per la pulizia straordinaria degli ambienti e stava per mandare alla preside un certificato in cui il Comune dichiarava la scuola in sicurezza. Ma nemmeno un’ora dopo sono arrivati i vigili del fuoco che invece hanno detto il contrario. Nel pomeriggio Povia tornerà di nuovo alla san Filippo Neri per un altro sopralluogo con i tecnici per decidere cosa fare. “Secondo me la scuola è sicura e non c’è necessità di chiuderla – dice il sindaco – ma prenderò una decisione dopo il nuovo sopralluogo”. Povia potrebbe decidere anche in contrasto con il parere dei vigili del fuoco. Intanto 10 minuti prima dell’arrivo dei pompieri la dirigente scolastica ci aveva detto: “Si è trattato solo di un momentaneo disservizio. La ditta incaricata della pulizia non ci ha comunicato che non era stata in grado di farla perché serviva invece una manutenzione straordinaria che spetta invece al Comune. Alle famiglie dico di stare tranquilli perché non ci sono problemi di natura strutturale”. Molti genitori in ogni caso, già prima dell’arrivo dei pompieri, avevano deciso di non portare i figli a scuola fino a quando gli ambienti non saranno del tutto puliti.

About Massimo L'Abbate 1138 Articoli
Direttore Responsabile

Commenta per primo

Lascia un commento