“Bari in Jazz” a giugno. Una data anche a Gioia del Colle

Gioia del Colle sarà coinvolta nella manifestazione estiva metropolitana giunta al dodicesimo anno dal titolo “Bari in jazz”. L’edizione 2016 organizzata dalle associazioni “Abusuan” e “Murattiano” prevede una serie di concerti da tenersi tra il 1° giugno e il 28 luglio prossimi in diversi contenitori culturali della provincia di Bari.

Il festival si estende dal capoluogo pugliese fino ai comuni della città metropolitana che ospiteranno gli eventi musicali in programma: Bari, Acquaviva delle Fonti, Alberobello, Conversano, Corato, Gioia del Colle, Giovinazzo, Gravina in Puglia, Molfetta, Polignano a Mare, Turi.

In tutto più di 20 performance live e altri eventi correlati capaci di attrarre un pubblico eterogeneo per interessi e gusti musicali, grazie ad un cartellone ricco di importanti presenze nazionali ed internazionali e di talenti locali selezionati dal direttore artistico, il musicista Luca Aquino.

La data gioiese è fissata per giovedì 23 giugno al Teatro Rossini dove si esibirà l’ensamble del sassofonista francese di origine ivoriana Samy Thiébault.

L’Assessore all’Industra Turistica e Culturale Loredana Capone ha così commentato la rassegna in programma: Musica e promozione del territorio. Il binomio del Festival metropolitano Bari in jazz è vincente ed è in linea con l’impegno della Puglia per attrarre viaggiatori non solo per il mare grazie anche alla organizzazione di eventi culturali di richiamo. Dati freschissimi dell’Osservatorio sul turismo ci dicono che il turismo domestico dopo tre anni di stasi è in grande ripresa. Un festival jazz quest’anno particolarmente ricco di concerti e che coinvolge le piazze e i luoghi di pregio di altri dieci Comuni oltre a Bari dove è nato e cresciuto, rappresenta, quindi, una grande opportunità di attrazione di viaggiatori italiani e pugliesi naturalmente. Oltre agli stranieri che trovandosi in Puglia possono cogliere l’occasione di ascoltare musica di livello e di respiro internazionale. Non possiamo che essere soddisfatti della dimensione metropolitana ormai fatta propria dal festival che permette di diffondere la musica jazz in nuovi territori e coinvolge nuove aree di pubblico. È il risultato di un grande impegno da parte degli organizzatori, dei Comuni coinvolti, degli artisti e degli sponsor privati, con il costante sostegno della Regione Puglia’.