Zona rossa dal 15 marzo: scuole chiuse e spostamenti solo necessari

Da lunedì 15 marzo e per 15 giorni, la Puglia si tinge di rosso. La curva epidemiologica nonmigliora e secondo i parametri dettati dalla nuova normativa la nostra regione è a rischio elevato visto il continuo aumento dei contagi, degli ospedalizzati e dei decessi.

Restrizioni dunque per tutti a cominciare dalle scuole. Sono state infatti superate le ordinanza del Presidente di Tegione Michele Emiliano, per cui tutte le scuole, dagli asili in su rimarranno chiuse, garantendo la didattica a distanza e la sola presenza dei ragazzi Bes.



Non si potrà uscire di casa se non per motivi essenziali e muniti di autocertificazione. Si potrà andare a fare la spesa, andare dal medico, in farmacia andare a correre o fare una passeggiata attorno a casa, raggiungere il luogo di culto più vicino, andare a comprare il giornale.

Non si può uscire dal proprio comune o dalla propria regione se non per lavoro, urgenza o salute, quindi sempre per necessità e muniti di autocertificazione.
Si potrà assistere una persona anziana non autosufficiente, disabile,  figli minori.
Nessuna visita ad amici e parenti, tranne che nei giorni di Pasqua quando invece varranno gli stessi limiti di Natale, tranne per le zone che continuano ad essere bianche.

Chiudono parrucchieri e barbieri e centri estetici.
Ristoranti, gelaterie e pasticcerie sono chiusi. È consentito il servizio a domicilio e, fino alle 22, l’asporto.
I bar sono chiusi. È consentito il servizio a domicilio e, fino alle 18, l’asporto.

Ai cittadini di Gioia del Colle è chiesto di attenersi quanto più possibile a quanto disposto.

Clicca qui per leggere l’Infografica della Regione Puglia