Venerdì un flash mob per ricordare l’uomo dei libri di Piazza Pinto

Con la stessa delicatezza e gentilezza con la quale ha vissuto ha deciso di andarsene da questo mondo, Michele Montesardo, l’uomo dei libri di Piazza Pinto, è morto.

Era già da qualche giorno che la sua bancarella piena di libri usati non veniva montata più a Piazza Pinto, dal lato di via Regina Elena. Poi la notizia: il signor Montesardo non c’è più.

“Qualche anno fa ci scambiammo alcuni vecchi libri –ricorda Tommaso Lillo della Libreria Minerva – Lui cercava qualche collezionista che potesse fargli guadagnare qualcosa. Ho sperato che possa aver guadagnato qualche decina di euro. La mattina, al bar di fronte la bancarella, ci offrivamo il caffè, così lui si sentiva collega”.

Era diventato una istituzione: si passava da quelle parti, si sfogliava qualche libro o qualche vecchio fumetto e lui sempre lì, silenzioso.

La sua presenza era sentita, tanto che un suo ricordo  vuole offrirlo anche il mondo social, che attraverso facebook sta organizzando un falsh mob per ricordarlo. Questo il post:

“Michele amava i libri.
Michele oggi non c’è più.
Abbiamo deciso di ricordarlo attraverso un flash mob.
Ci vedremo tutti Venerdì 12 Agosto alle ore 20:00, in Piazza Pinto, sul versante in cui era solito montare la sua libreria mobile.
Portate con voi un libro, da scambiare o da regalare. Oppure venite a mani vuote facendo sentire tutta la vostra presenza.

Copia e incolla questo messaggio, e invialo a chi ritieni opportuno.
Non vogliamo dimenticare un uomo che ha contribuito a rendere migliore la nostra bella Gioia del Colle.

Ci vediamo Venerdì”.

nella foto dei libri che Michele Montesardo aveva donato