Rete Antenna Pon: progetti in ambito sanitario e sociale per i Comuni

A dicembre si era già accennato al fondo che avrebbe ricevuto il Comune di Gioia del Colle a seguito dell’accordo di programma stretto con la Cabina di Regia di Benessere Italia di Palazzo Chigi, per il tramite della prof.ssa Filomena Maggino che venne nella cittadina barese a settembre per la sottoscrizione.



All’inizio si era accennato alla possibilità di destinare quella somma per esempio al potenziamento dei laboratori delle scuole medie. In ogni caso il fondo destinato ai Comuni della Puglia e della Basilicata appartenenti alla rete Antenna PON, di cui Gioia è capofila per la Puglia, e coordinata dall’architetto Michele Lastilla era di 200mila euro, di cui 119mila per i comuni pugliesi. Una somma coordinata con l’Anci e con la Cabina di Regia Benessere Italia.

Nella conferenza dei Sindaci della Rete della sorsa settimana è stato deciso tuttavia di destinare questo intervento per l’assistenza sanitaria sui territori, in particolare per la prevenzione di patologie significative; per l’attività di educazione e formazione per i giovani e i docenti delle scuole e per il supporto tecnologico per gli enti locali e le scuole su particolari fabbisogni di attrezzature e dispositivi.

Ma nell’attesa che tutte le iniziative in cantiere prendano forma e vengano presentate ufficialmente, pandemia permettendo, si sta lavorando sulle prime su cui non serve attendere.

La Rete infatti ha accolto, per il costo complessivo di 15mila euro, ma gratuito per i cittadini, l’iniziativa presentata dalla Fondazione Italiana del rene, diretta dal Prof. Loreto Gesualdo (Preside della Facoltà di Medicina – UNIBA) per assistere, attraverso l’uso di un numero verde che sarà messo a disposizione peri Comuni della Rete per un teleconsulto nefrologico. Questa attività sarà monitorata dalla RETE di concerto con la Cabina di Regia e la FIR, per poter fare una sperimentazione che produca anche dei dati per comprendere il peso che hanno le malattie collaterali al COVID 19.

Ancora un altro progetto finanziato per la somma di 5000 euro, e voluto espressamente dalla prof.ssa Maggino, è quello presentato dall’associazione “i Giardini di Francesco” di Gioia del Colle per iniziative di promozione sociale.