“Nessun pericolo di crollo al Classico”

classico preside fazio

Non c’è nessun pericolo di crollo, né problemi di sicurezza. E’ solo un disagio che ci siamo già attivati per risolvere“. Parola del preside dell’istituto d’istruzione superiore “Ricciotto Canudo”, Rocco Fazio, che stamattina, 19 novembre, ha incontrato i rappresentanti di classe del liceo Classico “Publio Virgilio Marone”, dopo la caduta di pezzi del controsoffitto che si è verificata nella notte tra venerdì e sabato in VB, al secondo piano della scuola.

Sin dalle 8.30 di sabato – spiega il dirigente – ho preso contatti con l’ufficio Tecnico della Provincia per risolvere il problema delle infiltrazioni di acqua dal lastrico solare, già peraltro ripetutamente segnalato all’ente. La causa è già stata individuata e ho richiesto un intervento“.

Mercoledì 21 è previsto un sopralluogo della Provincia che ha comunque promesso di risolvere il problema nel giro di una settimana. Nel frattempo la classe è stata spostata in un’altra aula e noi vi tornerà finché la situazione non sarà risolta, ma il preside precisa: “E’ solo una misura precauzionale, perché non c’è mai stato pericolo per l’incolumità dei ragazzi. Il controsoffitto è fatto con materiale spugnoso che si è semplicemente sbriciolato. Anche se fosse caduto durante l’orario delle lezioni (sotto il punto di cedimento si trovava un banco, ndr) nessuno si sarebbe fatto male“.

Già sabato nell’aula era stato fatto un sopralluogo da parte del responsabile del servizio di prevenzione e protezione dell’istituto, il prof.-ing. Marco Giampetruzzi, e ulteriori controlli sono stati fatti dal preside in persona domenica e stamattina. “Sono d’accordo con voi che è un’indecenza – ha detto il preside ai rappresentanti di classe – ma non lo posso essere quando dite che c’era pericolo per voi. Io sono il primo ad essere responsabile delle vostre vite, come un padre, e mi sono dato subito da fare. Dovete imparare ad avere più fiducia nelle istituzioni, rapportandovi a chi ha competenze in materia“.

Le infiltrazioni sono evidenti anche in altre aule del secondo piano e in alcune zone del corridoio, dove nei giorni di pioggia vengono sistemati secchi sul pavimento per raccogliere l’acqua. “Più volte ho fatto presente la problematica – si legge nella lettera che Fazio ha inviato stamattina alla Provincia – considerata la gravità dell’ultimo episodio si chiede un immediato intervento al fine di tranquillizzare tutti“.

Intanto proprio stamattina i tecnici della Provincia hanno avviato la manutenzione della fogna, come richiesto dal preside all’inizio dell’anno, dopo che più volte nei mesi scorsi si era verificata la fuoriuscita di liquami da un pozzetto interno all’istituto che si riversavano in strada.

L’ente ha già assicurato, inoltre, interventi sugli infissi e sui vetri del corridoio, molti dei quali sono lesionati. Già risolto invece il problema dei termosifoni: le valvole non funzionanti sono state sostituite e l’impianto non dà problemi. “Se la Provincia non risolverà il problema del controsoffitto andremo insieme a sollecitare – ha detto ancora Fazio agli studenti – ma sono fiducioso“.

Clicca sulla foto per vedere la foto-gallery

cestini classico

classico fazio 2

calcinacci classico 2

About Massimo L'Abbate 1138 Articoli
Direttore Responsabile

Commenta per primo

Lascia un commento