I militari del 36° Stormo in Estonia donano pacchi alimentari alla Missione di Madre Teresa

Su iniziativa benefica del personale della Task Force Air 36° Stormo  di Gioia del Colle, una delegazione di militare ha visitato la sede di Tallin delle Missionarie della Carità di Madre Teresa di Calcutta, una struttura che si occupa di dare assistenza a famiglie senza tetto ed in difficoltà, consegnando pacchi di generi alimentari.

Il personale della TFA 36° Stormo, rischierata dai primi giorni di gennaio sull’Aeroporto Militare di Ämari in Estonia, nell’ambito della missione NATO di Enhanced Air Policing, ha il compito di assicurare l’integrità dello spazio aereo sui cieli delle Repubbliche Baltiche.

L’attività di Air Policing è condotta sin dal tempo di pace e consiste nella continua sorveglianza e identificazione di tutte le violazioni all’integrità dello spazio aereo NATO alle quali si fa fronte prendendo le appropriate azioni utili a contrastarle, come ad esempio il decollo immediato, in gergo tecnico “scramble”.

Da Gennaio 2018 l’Italia partecipa con assetti nazionali dell’Aeronautica Militare, inquadrati nella Task Force 36° Stormo, costituita da circa 120 militari oltre a due velivoli Eurofighter della base aerea di Gioia del Colle e da due del 4° Stormo di Grosseto, rischierati presso l’aeroporto di Ämari, a pochi chilometri da Tallin.

Si tratta di una attività che l’Aeronautica Militare italiana ha già svolto in altri paesi tra cui l’Islanda, la Bulgaria, e i Paesi Baltici e che, per la prima volta, viene implementata in Estonia. Tali missioni rappresentano la capacità dei Paesi dell’Alleanza di condividere e ottimizzare l’impiego di mezzi, di personale e di professionalità, per salvaguardare lo spazio aereo NATO, riducendo i costi e massimizzando l’efficienza.

 

foto Ministero della Difesa