L’Itis di Gioia ha “La biblioteca d’istituto”grazie ad alunni e docenti

Venerdì 16 dicembre 2016, si è tenuta la manifestazione finale del progetto “L’Officina delle competenze: dal sapere al saper fare” relativo alle aree a rischio e contro la dispersione scolastica che ha visto gli studenti destinatari coinvolti nel ripristino della biblioteca d’Istituto.

La preside della scuola, prof.ssa Rosa Roberto ha aperto l’incontro rivolgendosi alla platea popolata da docenti, studenti e genitori parlando di un sogno che, finalmente, si è realizzato: dotare la scuola di una vera biblioteca, intesa come luogo di comunione, di incontro, di scambi, aperta agli studenti ma anche alle loro famiglie e a quanti vorranno intervenire in giornate ed eventi dedicati, come incontri con autori, scrittori, imprenditori…

La Dirigente ha ceduto la parola alla referente del progetto, prof.ssa Donatella Montemurri che, in un breve intervento, ha sottolineato quanto sia stata fondamentale la partecipazione sempre attiva e costante dei 38 alunni destinatari del progetto che, divisi in gruppi coordinati da un tutor sotto la supervisione dei docenti Giovanna Barile, Giulia Notarnicola, Rocco Pastore, coinvolti nel progetto hanno portato avanti diverse attività in base alle personali inclinazioni, attitudini, curiosità: dallo svuotamento degli scaffali in cui i libri erano depositati, al loro spostamento e ripristino nella nuova sede; dalla ideazione e realizzazione di un enorme quadro, attualmente esposto, che raffigura il volto di un ragazzo che ha fame di lettura, allo studio e all’utilizzo del software per la catalogazione digitale dei volumi presenti. Tutte le azioni svolte in questi mesi sono state documentate attraverso foto, scattate in diversi momenti, ed attualmente esposte in biblioteca: queste, selezionate e montate in un video musicale realizzato sempre dagli alunni e mostrato durante la manifestazione, rappresentano il prodotto finale del progetto.

Alcuni studenti hanno riportato pensieri, impressioni e le esperienze maturati durante questa attività extrascolastica: è emerso chiaramente come gli alunni abbiano vissuto positivamente ogni momento del progetto, da quello più ludico a quello più impegnativo, creando un gruppo affiatato.

Prima di tagliare il nastro di inaugurazione della nuova sede, la prof.ssa Montemurri ha donato agli studenti, a nome della scuola e grazie ai finanziamenti del progetto stesso, il libro “Ritmo lento in fondo al mare” di Valerio Pastore ed Isabella Capozzi,  graphic novel ispirato dal testo “Canzone a Manovella” di Vinicio Capossela, preannunciando un incontro con l’autore da definire al rientro dalle vacanze natalizie, grazie alla preziosa collaborazione con la dott.ssa Orietta Limitone referente dei Presidi del Libro per Gioia del Colle.

Ha concluso la serata un momento di festa e di scambio degli auguri di Natale.

Redazione di Istituto – IIS “Da Vinci – Galilei”

Capurso Giuseppe 2^BM