La minoranza contro la propaganda nazi-fascista e torna sulla cittadinanza onoraria a Liliana Segre

A ridosso della celebrazione del Giorno della Memoria, per ricordare le vittime dell’Olocausto, i partiti di minoranza di Gioia del Colle aderiscono alla sottoscrizione delle proposta di legge d’iniziativa popolare “Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”.

Si tratta di una iniziativa promossa dal Presidente del comitato promotore e Sindaco di Stazzema Maurizio Verona e che sta suscitando diverse adesioni in tutta Italia.



“Oggi come ieri l’orrore del genocidio perpetrato dai nazisti durante la seconda guerra mondiale deve essere da monito per tutte le generazioni affinché valori come il rispetto della vita, l’uguaglianza e l’accettazione del “diverso da noi” siano elementi cardini della nostra società. – scrivono i Consiglieri di minoranza – Consapevoli che oggi più che mai è necessario testimoniare posizioni forti e distinte dai rigurgiti fascistoidi che permangono in un tempo caratterizzato da una forte decadenza socio culturale”.

Donato Colacicco, Maurizio Liuzzi,  Filippo Martucci,  Rosario Milano,  Donato Paradiso e Filomena Pavone preannunciano inoltre che nel prossimo Consiglio comunale torneranno a ripresentare ancora una volta la proposta di concessione di Cittadinanza Onoraria alla Senatrice Liliana Segre. La proposta fu presentata oltre un anno fa e bocciata dalla maggioranza che chiedeva un regolamento ad hoc. Il regolamento è stato adottato lo scorso maggio e come recita al suo interno la cittadinanza può essere presentata da 5 Consiglieri comunali e viene approvata con il voto favorevole dei 2/3 del Consiglio.