La maggioranza racconta il Bilancio del Comune

I partiti di maggioranza Prodigio e Sep spiegano il Bilancio di Previsione del Comune di Gioia del Colle approvato in Consiglio Comunale lo scorso 2 maggio.

“In questo bilancio, – spiegano in una nota stampa – è stato necessario trovare le coperture finanziarie per le molte sentenze passive che ci hanno visto soccombere in passato, per il rimborso dei mutui contratti per la realizzazione di ingenti opere pubbliche e per la mole di residui attivi non incassati nel corso degli anni. Nonostante ciò, l’Amministrazione Lucilla ha avviato da un lato delle interlocuzioni con i creditori in merito alla possibilità di rateizzare quanto dovuto, dall’altro si è impegnata nella ricerca di accordi transattivi volti a ridurre l’impatto finanziario di eventuali passività future”.

Si parla di un Bilancio impostato su una vera e propria ristrutturazione della Città che punterebbe a rilanciare Gioia del Colle nel panorama regionale.

“Si tratta del primo Bilancio dell’Amministrazione Lucilla. – continuano – Esso focalizza la sua attenzione sulle fondamenta delle problematiche di Gioia per poi passare a interventi puntuali sul territorio, con una visione strategica a lungo termine che verrà poi gestita operativamente dal PEG (Piano Economico di Gestione), il quale attribuisce le performance attese e funge anche da strumento di valutazione nel raggiungimento degli obiettivi prefissati”.

La maggioranza produce un grafico in cui cerca di semplificare le missioni di spesa che interessano in maniera omogenea 4 settori principali, oltre uan serie di spese minori:

– tutela del territorio e ambiente, per investimenti, ad esempio, sui sistemi di depurazione, sulle bonifiche e sul rischio idrogeologico;

– diritti sociali e famiglia, per investimenti sull’inclusione, i servizi sociali e l’istruzione;

– servizi istituzionali, per il funzionamento dell’Ente Amministrativo per una maggiore efficienza e qualità dei servizi;

– trasporti e infrastrutture stradali, per investimenti sulle strade e sulla mobilità.

“Questo primo bilancio di previsione – conclude il documento – avvia in maniera determinante la realizzazione del programma di mandato anche in considerazione delle molte attività realizzate, o in corso di realizzazione, che presentano un impatto trascurabile sulle spese comunali, ma che caratterizzano in maniera rilevante l’attività di questa amministrazione. A mero titolo di esempio, si evidenziano alcune tra le attività più caratterizzanti, quali la nuova perimetrazione del parco Lama San Giorgio, l’avvio dello Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) interno all’Ente, la manutenzione delle scuole, il dissequestro del canile sanitario, la rigenerazione del campo Martucci, con l’ottenimento dell’omologazione a fronte di una spesa molto contenuta, i laboratori realizzati con Antenna PON, l’attività a scuola di Open Coesione, il Foia (Freedom of Information Act) ossia una legge sulla trasparenza della Pubblica Amministrazione, il progetto GIM, palestra per giovani imprenditori, le attività per l’agricoltura sociale e la pianificazione della nuova mobilità”.

Di fatto i partiti di maggioranza, dopo questi elenchi concludono il documento affermando che “tutto è perfettibile, ma quanto appena descritto è quello che si è potuto fare allo stato attuale. Grazie ad una conduzione attenta delle risorse negli anni prossimi sarà possibile migliorare la gestione della macchina amministrativa e della nostra città intera”.

bilancio prodigio