Il Consigliere Liuzzi vince la sua battaglia sui dissuasori

Ormai erano mesi che il Consigliere comunale del Partito Democratico, Maurizio Liuzzi, “annoiando se stesso”, frase che soleva ripetere incessantemente per ricordare la sua richiesta ad ogni seduta consiliare, chiedeva che venissero posizionati dei dissuasori su alcuni punti nevralgici di Gioia del Colle.



Puntava sulle strade che si trovavano a ridosso delle scuole, magari quelle più periferiche e comunque maggiormente interessate dal passaggio pedonale, in particolare via Einaudi che spesso diventava luogo in cui gli automobilisti pigiavano maggiormente sull’acceleratore, ritenendola una strada non urbana.

Così dopo tantissimi Consigli comunali, l’Amministrazione comunale sta provvedendo in questi giorni all’installazione di ben 9 dissuasori, tra via Einaudi, via Aldo Moro, Via Pertini, via Pastore e via Di Vittorio.

Per la verità, negli ultimissimi mesi la maggioranza in Consiglio aveva accennato al fatto che la richiesta di installare dissuasori era cominciata già all’epoca dell’ultimo Commissario prefettizio, tranne poi realizzarli dopo un anno e mezzo. Evidentemente si aspettava di inserire la cifra in Bilancio, malgrado l’urgenza che si imponeva per alcune zone più sensibili.

I dissuasori ora sono parzialmente completati, perché come ha notato lo stesso Consigliere Liuzzi, per ora vi è un problema per l’attraversamento dei disabili o dei passeggini. Come ha verificato, “sollecitato da diversi cittadini – sottolinea Liuzzi –  ho chiesto spiegazioni all’Amministrazione che risolverà a stretto giro la questione con la creazione di scivoli sui marciapiedi e sui dissuasori, per lasciare ai lati dei canali di scolo”.

Ora non ci resta che attendere di sapere per quale altra questione Liuzzi “annoierà se stesso” nei prossimi Consigli comunali.

foto scattata durante i lavori in via Einaudi