I ragazzi di ‘Ora’ ospitano lo scrittore Christian Montanaro

Buona la prima per i ragazzi di Ora e per la loro idea di utilizzare lo spazio della sede dell'Associazione per eventi culturali. Sabato 28 novembre, infatti, hanno ospitato Christian Montanaro per presentare, per la prima volta a Gioia del Colle, il suo romanzo "Bestseller-l'incubo riNcorrente".

Dopo l'introduzione di Marianna Milano, presidentessa di Ora, e con le letture di Valentina Campanella, dottoranda di ricerca presso l'Uniba nonché correttrice delle bozze, Montanaro ha fatto una presentazione fuori dalle righe, più accattivante delle solite in cui l'autore snob racconta in maniera apatica il contenuto del suo scritto.

L'attenzione, il silenzio e l'interesse palpabile, quasi che tutti i presenti fossero legati ai suoi gesti ed alle sue parole da fili invisibili, hanno ripagato la sua trovata di dare al racconto della trama un'impostazione teatrale.

Avvocato, scrittore e giornalista, è anche regista, in pochi minuti ha tirato fuori dal libro i suoi personaggi, li ha resi vivi e tanto accattivanti che ognuno ha potuto immedesimarsi in loro, parteggiare per loro, criticarli e soffrire dei loro stessi incubi. Perché il fil rouge di questo racconto giuridico-psicologico, in una fitta trama di affetti, bugie, rapporti conflittuali e carriera, sono proprio gli incubi. Che rincorrono, che bisogna combattere come in un incontro di boxe. Un incubo che per il protagonista è la realtà perché la sua stessa realtà è un incubo. Lui, scrittore di successo, che a 46 vorrebbe già godersi il frutto agrodolce della massima fama, è condannato a produrre e produrre, nonostante abbia già dato al mondo dell'editoria tutto ciò che avrebbe potuto dare.

Cercherà di raccogliere i cocci, di sfruttare la ghiotta occasione dell'inedito manoscritto del brillante giovane allievo e di ingannare editore e pubblico. Ma sa di non poter ingannare anche se stesso.

In una sorta di commedia degli equivoci, dal sapore a tratti amaro, si mostrano le diverse anime del romanzo e, perché no, anche dello scrittore.

Un'anima spiccatamente giuridica che affronta i delicati temi del plagio e del divorzio.

Un'anima psicologica, la più importante, che permette al lettore di identificarsi con situazioni in cui ognuno di noi si è trovato, anche se lo si nasconde per vergogna.

Ed un'anima sociale, che riporta i fatti da tutte le diverse prospettive, affrontata con la delicatezza di chi ha paura di giudicare.

No, non ci sarà un seguito, ma sì ci sono altri progetti in cantiere, perché "scrivere mi è terapeutico ed è gratificante avere un pubblico, che sia anche così attento."

In un momento in cui partecipare alla presentazione di un libro sembra quasi fuori moda, infatti, l'autore ringrazia i presenti, perché è "fondamentale creare sinergie e collaborazione." Ed è proprio grazie alla collaborazione con il Rotaract Club e con la figura del suo presidente, Bartolomeo D'Aprile, che Montanaro è stato ospite a Gioia del Colle. Perché, come il protagonista del suo libro, ognuno di noi ha bisogno di fermarsi, per scoprire e riscoprirsi. E, come recita lo storico motto del Rotary Club, "service above self", per servire al di sopra dei propri interessi e fare qualcosa per gli altri.

 

 

 

                                                                                                             

About Massimo L'Abbate 1138 Articoli
Direttore Responsabile

Commenta per primo

Lascia un commento