Giunta al lavoro. La strategia di Lucilla per rompere l’isolamento di Gioia

Gli assessori comunali si sono messi subito a lavoro. E si evince subito che la Giunta ha tutta l’intenzione di dare il più velocemente possibile una scossa alla Città, oramai intorpidita e addormentata, dopo oltre un anno di commissariamento, recuperando un ruolo di raccordo nella rete delle realtà locali e cominciando a riconquistare credito presso le altre istituzioni, da cui di fatto è stata completamente tagliata fuori.

E così martedì scorso l’assessore al Welfare Iole Pitarra e il Sindaco Donato Lucilla hanno incontrato le associazioni gioiesi insieme al Centro Servizio Volontariato San Nicola con l’intento probabilmente di creare uno sportello delle associazioni di volontariato.

Ancora Lucilla, insieme a Giuseppe Zileni, che una volta proclamato consigliere, riceverà la delega all’innovazione della Pubblica Amministrazione, ha partecipato alla presentazione del Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitività 2014 – 2020, che mette a disposizione finanziamenti per promuovere iniziative e progetti nei campi della ricerca scientifica, della competitività e dell’innovazione industriale e si propone di attirare nel nostro territorio progetti di ricerca e innovazione per food technology, mobilità sostenibile e tutela del patrimonio artistico.

Sempre il Sindaco, insieme al Vice Sindaco Enzo Cuscito e all’Assessore alle Politiche urbanistiche, Daniela De Mattia, ha partecipato a un incontro con la Città Metropolitana  per discutere del “Patto di Sviluppo della Città Metropolitana” e dei circa 230 milioni di euro di fondi a disposizione dei Comuni dell’area, per opere infrastrutturali, viabilità, cultura e turismo, innovazione. Lo sforzo sarà notevole, perché la somma fu stanziata agli inizi di maggio e Gioia del Colle potrebbe arrivare tardi al tavolo di discussione per la suddivisione della cifra. In più qui, comincia a giocarsi il ruolo politico di Gioia in seno all’Area Metropolitana, ruolo che perse con la decadenza di Sergio Povia in qualità di rappresentante nel Consiglio metropolitano.

Annamaria Longo, Assessore alle Culture e Mediazione Culturale, la sola che attraverso il sito istituzionale del Comune di Gioia del Colle, avvisa che il prossimo 7 luglio si terrà un incontro con le associazioni culturali di Gioia del Colle per stilare insieme “un progetto partecipato di medio periodo – si legge nella nota – che possa fungere da guida e riferimento alle organizzazioni culturali, senza dimenticare il ruolo fondamentale che gli enti pubblici hanno nel garantire direttamente l’erogazione di fondamentali servizi culturali”.