Corri con Gioia: nonostante il caldo, il consueto successo di organizzazione

E’ stato ancora un rinnovato e ormai tradizionale successo quello della “Corri con Gioia” di domenica scorsa 26 giugno, organizzato quest’anno dalla Gioia Running per la quarta volta.

Un successo ancora più grande perché questa edizione è riuscita a confermare un alto numero di presenze nonostante giugno sia un mese da fine stagione per le gare podistiche e il caldo non incoraggia le iscrizioni.

Gli atleti arrivati a fine corsa sono stati 1515 mentre i liberi erano 357, oltre ad una quarantina senza pettorale, i cosiddetti infiltrati portoghesi. Si correva su un percorso cittadino di 10 km.

Impeccabile come sempre l’organizzazione dell’associazione gioiese, messa a dura prova dal caldo di 33/34° con cui i podisti hanno dovuto fare i conti. Le 8200 bottigliette d’acqua distribuite sul percorso possono dare la misura di quanti volontari fossero presenti sul percorso.

Per la cronaca ha vinto Luigi Zullo di Santeramo in 32.48 (squadra: Bio Ambra New Age di Turi) per gli uomini e Teresa Lelalio di Barletta (squadra: Atletica Tommaso Assi di Trani) con 41.56. Molti atleti sono stati costretti al ritiro a causa del forte caldo.

Primo tra i gioiesi e tesserato con la Gioia Running, Donato Eramo con 38.04, arrivato tra i primi cinquanta. Ultimo Gennaro Chimienti che però all’anagrafe segna classe ‘26.

All’arrivo la consueta festa. Ogni atleta ha ricevuto una bottiglietta d’acqua ma ha potuto trovare un ricco ristoro composto di focacce, frutta, gelato, yogurt e mozzarelle fatte al momento dai casari gioiesi.

Alla premiazione era presente anche il neoeletto sindaco Donato Lucilla.

L’associazione Gioia Running è stata tra le squadre con più partecipanti arrivati alla fine (81) seconda solo alla Montedoro Noci con 99 atleti fino alla fine.