CAF, truffe all’Inps sugli immigrati

Nella truffa ai danni dell’Inps di oltre 500 mila euro dei Caf delle province Bari e Bat scoperta dalla Guardia di Finanza di Bari, ci sarebbe anche un centro di assistenza fiscale di Gioia del Colle.

L’operazione “Benefit” condotta dal Gruppo Pronto Impiego si riferisce agli anni 2016-2017 e riguarda l’erogazione indebita di assegni sociali a cittadini extracomunitari, prevalentemente albanesi, che non ne avevano diritto.

18 sarebbero i CAF coinvolti  tra i Comuni di Adelfia, Bari, Bitetto, Bitritto, Capurso, Casamassima, Cassano, Conversano, Gioia del Colle, Locorotondo, Mola di Bari, Monopoli, Palo del Colle, Ruvo, Sannicandro, Terlizzi, Turi e Valenzano.

36 invece sono le persone denunciate per i reati di truffa e falso, per un totale di oltre 80 casi di truffa accertati finiti dinanzi ai magistrati di Bari e Trani.

Aattraverso false dichiarazioni – si legge in una nota della Gdf – gli operatori dei CAF attestavano, fittiziamente, la presenza sul territorio italiano di cittadini extracomunitari, garantendogli il diritto all’assegno sociale”.

L’indagine ha comparato le risultanze acquisite con la consultazione delle Banche Dati in uso alle forze dell’ordine con le informazioni ricevute dall’Inps, che ha riscontrato diverse anomalie nelle comunicazioni originate dai Caf e dirette agli uffici
previdenziali competenti.

Nelle date in cui gli operatori attestavano la presentazione delle dichiarazioni, sottoscritte dagli interessati, i soggetti in realtà si trovavano all’estero.
Scoperta la truffa, è stato immediatamente revocato il sussidio sociale che variava dai 450 ai 600 euro mensili, che gli oltre ottanta cittadini albanesi, tutti over 65, avrebbero percepito indebitamente per più di un anno.