Approvato il Bilancio comunale: tariffe e tributi invariati

In circa due ore ieri il Consiglio comunale di Gioia del Colle ha approvato il Bilancio di previsione del Comune. Nessuna polemica, nessun disguido, durante il dibattito solo richieste di chiarimenti. Del resto si sa, la coperta è sempre più corta ed è inutile pensare che si possa fare di più.

La cosa essenziale è che i tributi non subiranno variazioni, almeno per ora. “Mi sento di dire con tranquillità  – conferma l’Assessore al Bilancio Giuseppe Gallo – che, malgrado alcune spese abbiano subito degli aumenti, i tributi non verranno aumentati. E’ importante anche aver assicurato tutti i servizi comunali”.



In effetti il servizio di raccolta dei rifiuti che si finanzia con la Tari prevede un aumento stimato di circa 313mila euro. L’aumento è dovuto in larga parte al costo sempre più imponente del conferimento in discarica del differenziato e dall’altra parte dallo smaltimento dei rifiuti dei malati Covid o delle persone in quarantena preventiva.
Se però è vero che il servizio deve essere coperto dal tributo per la raccolta dell’immondizia, è anche vero che non è possibile aumentare la Tari all’infinito se non per una piccolissima parte. A questo di aggiunga che si attende di leggere gli ultimi provvedimenti che si intende prendere il Parlamento negli ultimi Decreti in discussione.

Un dato che inizia a far riflettere su quanto il Covid abbia eroso sui redditi dei cittadini di Gioia del Colle è l’addizionale Irpef comunale, per la quale, sebbene con aliquote non modificate, si prevede una diminuzione di entrata di 130 mila euro per il 2021. Siamo agli inizi: col rendiconto di gestione si potrà avere un ritratto più fedele della situazione.

Si continuerà con una attenta attività di recupero di tributi non versati: “Attenzione – dice sempre l’Assessore Gallo – a non sparare nel mucchio. proprio per questo stiamo operando una politica di recupero oculata. Prevediamo per il 2021 un’entrata di 400 mila euro, mentre per il 2022 e il 2023 di 600 mila euro, rispettando il trend di quanto fatto in questi ultimissimi anni”.