Anziano truffato da finto sacerdote

prete

Un anziano truffato da un finto sacerdote. È successo in una traversa di via Dante a un 92enne gioiese. L’uomo vive da solo in un “sottano” della zona della via di Santeramo.

Qualche giorno fa ha bussato alla porta della sua abitazione un signore distinto vestito da sacerdote, in abito nero e con il colletto da prete, e, chiamandolo per nome, gli ha detto: “Giovanni, come stai? Da quanto tempo, non ti ricordi di me?”. L’anziano, piuttosto stupito, gli ha risposto che non sapeva chi fosse, ma l’uomo ha insistito dicendo che si erano conosciuti molto tempo prima in una chiesa gioiese. Di fronte alle insistenze del (finto) prete il 92enne ha ceduto, credendo che la memoria lo ingannasse. A quel punto l’uomo gli ha chiesto un favore: “In nome della nostra vecchia amicizia puoi cambiarmi una banconota da 200 euro?”. L’anziano si è fidato e in cambio della moneta gli ha dato quattro banconote da 50 euro”. Solo il giorno dopo, quando il 92enne ha raccontato l’episodio alla figlia, si è scoperto che la 200 euro era falsa.

L’episodio è stato subito denunciato ai carabinieri di Gioia. Sembra che non sia il primo episodio del genere che si verifica in questi mesi in città. Ennesimo esempio di truffa agli anziani, soprattutto a quelli che vivono soli. Il 92enne si è rammaricato per quanto successo ma a trarlo in inganno è stato l’abito talare e soprattutto il fatto che l’uomo conoscesse il suo nome: “Se non ci si può fidare più nemmeno dei sacerdoti, come si fa?”, ha detto a sua figlia che lo rimproverava. L’invito agli anziani è quello di stare molto attenti, di non aprire agli sconosciuti e soprattutto di non farli entrare in casa.

About Massimo L'Abbate 1138 Articoli
Direttore Responsabile

Commenta per primo

Lascia un commento