Ansaldo: la Regione Puglia investirà su Gioia

Presso il Ministero dello sviluppo economico a Roma, dove oggi si è tenuto il secondo incontro tra i vertici Ansaldo e i sindacati, a fronte della comunicazione della chiusura dell’azienda gioiese e della messa in mobilità di 197 operai, oltre all’Assessore della Regione Puglia Leo Caroli, c’era anche il Governatore della Puglia, Niki Vendola.

Dopo l’incontro è sceso tra gli operai che hanno piantonato il palazzo del ministero e ha parlato con loro.

“Quello che è avvenuto oggi al tavolo -afferma Vendola – lo consideriamo un significativo passo in avanti. C’è da parte dell’azienda la disponibilità nel tempo di non oltre 10 giorni di presentare un piano industriale, rispetto a cui la Regione Puglia dichiara di immettere in campo da subito degli incentivi per giungere subito alla sottoscrizione di un accordo di programma. Sono risorse pubbliche importanti – continua – per accompagnare la reindustrializzazione del sito di Gioia. Siccome parliamo di macchinari obsoleti, la reindustrializzazione riguarderà nuovi macchinari per nuovi prodotti e la formazione. La Regione Puglia  -ha concluso – ha dichiarato piena disponibilità a mettere in campo le risorse”.

Importante e fondamentale è stata quindi la presa di posizione della Regione Puglia. Il prossimo incontro, quindi, verterà sulla lettura del piano industriale e sull’approvazione dei fondi che la regione stanzierà per riattivare il sito di Gioia del Colle.

Foto Camera del lavoro di Gioia del Colle

Commenta per primo

Lascia un commento