Accordo sul latte: 1 centesimo a litro in più alla stalla

È stato raggiunto questa mattina presso il Ministero delle politiche Agricole l'accordo per la stabilità della filiera lattiero casearia italiana tra le organizzazioni agricole, le cooperative, l'industria rappresentata da Assolatte e la Grande distribuzione organizzata.

Un settore rilevante per l’economia murgiana e in particolare di Gioia del Colle, che lega il suo nome a quello della lavorazione del latte e la produzione di prodotti lattiero-caseari.

L'intesa prevede la destinazione di 25 milioni di euro da parte del Ministero delle politiche agricole, provenienti dall'intervento straordinario europeo per il settore lattiero, agli allevatori come aiuti diretti per il latte prodotto e commercializzato nei mesi di dicembre 2015, gennaio e febbraio 2016: si tratterebbe di 1 centesimo in più per litro venduto dalla stalla.

Saranno previsti anche di meccanismi di indicizzazione da inserire nei contratti e la promozione dell'utilizzo di contratti standard per rendere più trasparenti i rapporti di filiera. La grande distribuzione si impegna a realizzare campagne straordinarie di valorizzazione e promozione dei prodotti lattiero caseari italiani, attraverso iniziative che rendano facilmente riconoscibile l'origine da parte dei consumatori. 

"Abbiamo raggiunto un risultato concreto a favore dei nostri allevatori – ha dichiarato il Ministro Maurizio Martina -. Con l'accordo di oggi facciamo un deciso passo in avanti, sbloccando le relazioni tra i soggetti della filiera, con impegni utili a far ripartire il settore. Abbiamo stabilito un intervento immediato a favore delle imprese lattiere, attraverso i 25 milioni di euro europei e trovato l'intesa su misure strutturali come l'indicizzazione del prezzo e l'utilizzo di contratti standard. Sono strumenti che si attendevano da anni e che ora dobbiamo mettere in moto subito. Il nostro impegno va avanti consapevoli che stiamo parlando di un settore strategico non solo per la filiera agroalimentare, ma per l'economia italiana". 

Commenta per primo

Lascia un commento