Società fallita nel 2019, arrestato imprenditore di Gioia e interdetto prestanome

Secondo l’accusa, avrebbe accumulato debiti tributari per oltre 1,6 milioni di euro causando nel 2019 il fallimento della sua società, una Srl con sede operativa a Gioia del Colle operante nel settore della commercializzazione all’ingrosso di prodotti lattiero-caseari.



Per  questo la Guardia di Finanza di Gioia del Colle ha notificato un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti dell’amministratore di fatto della società e invece una misura interdittiva di un anno per il socio prestanome.

I reati contestati dalla Procura di Bari sarebbero di concorso in bancarotta fraudolenta documentale, bancarotta impropria e occultamento delle scritture contabili. A seguito degli accertamenti della Guardia di Finanza sarebbero state rilevate  diverse omissioni in materia tributaria e il conseguente accumulo di debiti nei confronti dell’Erario che hanno
determinato il dissesto finanziario della società fino a provocarne il fallimento.

Fu proprio a seguito della stessa indagine partita nel 2018 da una verifica fiscale che all’imprenditore nel giugno del 2020 furono sequestrati preventivamente beni per circa 2,5 milioni di euro.