Sigilli a Parco dell’Aggiunta: bruciavano rifiuti speciali non pericolosi

I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Gioia del Colle, in seguito ad attività di indagine,  hanno posto i sigilli ad un’area dell’agro comunale di Parco dell’Aggiunta sulla via di Taranto, in cui venivano dati alle fiamme diversi cumuli di rifiuti speciali.

Nello specifico, questi erano costituiti prevalentemente da centinaia di pneumatici fuori uso, differenti guaine, materiale legnoso di vario genere e plastica depositati in maniera incontrollata sul suolo costituito da terreni agricoli.

La Stazione Carabinieri Forestale di Gioia del Colle ha posto fine, con il sequestro dei siti inquinati, ad un’attività di smaltimento illecito di rifiuti che ultimamente imperversava nell’agro gioiese, rappresentando di fatto un serio pericolo per l’ambiente e per la salute umana.

Il responsabile, un imprenditore forestiero dell’agro gioiese, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per combustione e smaltimento illecito di rifiuti speciali non pericolosi, ai sensi del Testo Unico dell’Ambiente.