Dopo Shark Tank su Italia1, la App gioiese Marshmallow Games trova altri investitori

Marshmallow Games, la startup creata dai ragazzi di Gioia del Colle Cristina e Davide Angelillo, che realizza applicazioni educative mobile per bambini, continua ad attirare l’attenzione di nuovi investitori: ora si aggiunge quello con Shark Bites Spa, la holding costituita dagli investitori che hanno partecipato al programma televisivo Shark Tank, che entra nella compagine della società con una quota minoritaria.

La prima linea di app della Marshmallow Games, Math Tales, è stata ideata per avvicinare i bambini in età prescolare all’apprendimento delle prime nozioni di matematica e logica attraverso un racconto interattivo in cui la narrazione si alterna al gioco. Con oltre 30.000 download, le loro app sono state giocate più di mezzo milione di volte solo in Italia.

Ed è proprio delle ultime ore la notizia dell’ingresso nel Consiglio di Amministrazione della Marshmallow Games Srl anche dell’ingegner Mariarita Costanza, CTO e co-founder di Macnil Gruppo Zucchetti.

L’incontro con il gruppo si è avuto durante le selezioni del programma televisivo Shark Tank – andato in onda la scorsa stagione in prima serata su Italia1- cui ha fatto seguito la fase di due diligence e la trattativa tra le parti.

Cristina Angelillo, CEO e Co-founder della società, ha commentato così il nuovo traguardo raggiunto: «Siamo molto soddisfatti di questa operazione che premia il buon operato e l’entusiasmo di tutto il team. Vediamo in Shark Bites non solo un partner finanziario, ma anche e soprattutto una guida che ci possa aiutare nel momento di forte crescita che stiamo vivendo in questi mesi».

Anche Mariarita Costanza, ha espresso soddisfazione: «E’ stato un affare di cuore, un feeling sbocciato subito con tutto il team Marshmallow perché, come madre prima che imprenditrice, credo nell’efficacia di strumenti didattici multimediali come questi, in grado di aiutare migliaia di bambini nell’avventura dell’apprendimento. Siamo certi che il mercato premierà l’innovazione di questa start-up e il valore altamente educativo delle sue applicazioni».

Nell’intanto Marshmallow Games, eletta l’anno scorso migliore startup del Salone Internazionale del Libro di Torino, è stata invitata anche quest’anno a partecipare al Salone per un panel nello spazio “Book To The Future”, un’area dedicata alle startup digitali e all’editoria del futuro.

 

(nella foto Cristina Angelillo e Mariarita Costanzo)