Sette lecci a Gioia grazie alla Lega e presto forse anche l’ottavo in sostituzione del pioppo

E’ tutto regolarmente autorizzato” sono le parole dell’assessore all’Ambiente, Filippo Capurso, relativamente alla donazione di sette lecci fatta dalla Lega.

La risposta arriva dopo alcune polemiche sollevate da La Bottega a riguardo dell’iniziativa, venuta fuori quasi dal nulla. “L’idea è della scorsa estate – ha spiegato il segretario cittadino Micky Colaprico- ha richiesto il suo tempo di realizzazione ed oggi siamo qui ad abbellire un’area di Gioia del Colle”.

L’area individuata è quella sorta laddove un tempo c’era il campo sportivo comunale. Sette lecci campeggiano in bella vista nella zona verde che costeggia la strada. L’iniziativa interamente sponsorizzata dalla Lega, ha visto comunque la partecipazione anche del sindaco Giovanni Mastrangelo e dell’assessore alla Cultura, Lucio Romano. Ciò anche per smentire altre polemiche che volevano il primo cittadino e il resto dell’amministrazione, disinteressati rispetto a quanto organizzato dal partito di maggioranza.

Non c’è alcuna spaccatura come qualcuno vuole far credere” sono ancora le parole di Colaprico, poco dopo in qualche modo avvallate dall’arrivo proprio di Mastrangelo.

Ma con l’assessore all’Ambiente si è tornato a parlare anche dell’ormai annosa questione del pioppo. L’intenzione è ancora quella di abbatterlo e sostituirlo con un leccio. “Vogliamo andare avanti sulla strada tracciata perché siamo convinti che sia quella più giusta soprattutto in ragione della sicurezza dei cittadini. Quando questi ci rappresentano un disagio, non possiamo far finta di nulla” ha spiegato Capurso.