Secondo l’ultimo rapporto Eduscopio le scuole superiori gioiesi garantiscono un’ottima preparazione

Da oggi è on line l’edizione 2020 di Eduscopio , il sito voluto dal gruppo di ricerca delle Fondazione Agnelli che analizza i dati dei diplomati italiani rispetto agli indirizzi di studio nelle scuole secondarie di II grado statali e paritarie italiane.

La piattaforma ha aggiornato i dati delle scuole superiori per offrire alle famiglie e agli studenti uno strumento per scegliere il miglior percorso per i ragazzi.

Eccellenti i risultati dei Licei e dell’ITI di Gioia del Colle che ottengono ottimi risultati.




Il Liceo Classico Publio Virgilio Marone registra come valore FGA (si tratta di un indice che mette insieme la Media dei Voti e i Crediti Ottenuti normalizzati in una scala che va da 0 a 100, dando un peso pari al 50% ad ognuno dei due indicatori) di 68.58. 
La media dei voti universitari registrati dagli studenti è di 26,47.
L’indice dei crediti ottenuti (si tratta di un indice, normalizzato per tenere conto del diverso grado difficoltà dei corsi di laurea, che ci dice quanti crediti universitari sono stati ottenuti dagli studenti della scuola in percentuale sui crediti previsti al primo anno di corso) è di 66,58, mentre la percentuale dei diplomati in regole è dell’82,6%

Per il Liceo Scientifico Ricciotto Canudo, l’indice FGA è di 79,81, la media dei voti universitari è di 27,89, l’indice dei crediti ottenuti è di 77,16, mentre la percentuale di coloro che si diplomano in regola è del 77,8%. Per quanto riguarda l’indirizzo di Scienze Applicate del Canudo, i parametri cambiano. L’indice FGA è 75.61, il voto medio universitario è di 26,24, l’indice dei Crediti ottenuti è di 82.57, mentre la percentuale dei diplomati in regola è del 56,1%.

L’ITI Galileo Galilei raggiunge una buona performance. Registra un indice di occupazione, cioè la percentuale degli occupati (coloro che hanno lavorato almeno 6 mesi entro i primi due anni dal conseguimento dal diploma), su coloro che non si sono immatricolati all’università (occupati+sottoccupati+altro) è pari al 46%. Quindi la percentuale riguarda esclusivamente la parte della popolazione studentesca che non ha proseguito gli studi con l’Università.
I diplomati che appartengono a questa percentuale attendono in media 245 giorni per il primo contratto significativo e trova lavoro ad una distanza media di 17 km da casa. Il lavoro trovato è coerente con gli studi affrontati, mentre la percentuale dei diplomati che hanno superato il diploma nel quinquennio è pari al 55,1%.

I tre istituti di Gioia del Colle sono diretti dal Preside Rocco Fazio che sottolina: “Siamo contenti dei risultati ottenuti che premiano il lavoro dei docenti. Le tre scuole dimostrano di garantire standard alti. Si tenga conto che Eduscopio non prende in considerazione altri dati che ritengo importanti, come quello dell’inclusione”.

Nel raggio di 30 km da Gioia, i Licei e l’Iti si piazzano tra i primissimi posti della classifica e questo dimostra la qualità delle nostre scuole.